L'Operatore Socio Assistenziale: Mansioni e Competenze dell'OSA

Descrizione del Lavoro di Operatore Socio Assistenziale

Cosa fa l'Operatore Socio Assistenziale

L'operatore socio assistenziale (OSA) è una figura qualificata per l'assistenza alle persone parzialmente o totalmente non autosufficienti, in condizioni di fragilità. L'OSA opera in strutture sanitarie e di assistenza per mantenere e/o recuperare il benessere psico-fisico delle persone e aiutarle nella gestione della routine quotidiana.

L'operatore socio assistenziale segue persone di ogni età con difficoltà fisiche, sociali, mentali o psichiche, come anziani, minori, persone portatrici di handicap, tossicodipendenti, immigrati.

Che cosa fa un operatore socio assistenziale?

L'OSA si occupa di sostenere l'autonomia delle persone a seconda dei loro bisogni e delle loro possibilità, all'interno di un piano assistenziale personalizzato elaborato dal personale socio-sanitario competente (infermiere, fisioterapista, educatore, animatore ecc.).

Fornisce assistenza diretta e stimoli per sviluppare, mantenere o ripristinare la capacità degli utenti di soddisfare i propri bisogni primari, promuovendo il benessere della persona.

Competenze dell'Operatore Socio Assistenziale

Innanzitutto l'OSA supporta l'assistito nella gestione delle attività quotidiane, in ambienti domestici oppure in contesti di degenza o di residenza protetta: dalla cura della casa e degli ambienti di vita all'alimentazione, dall'igiene alla cura della persona. Può quindi lavare vestiti e biancheria, rifare i letti, fare la spesa, preparare e somministrare i pasti, accompagnare e trasportare l'assistito alle visite mediche e presso altri servizi socio-sanitari presenti sul territorio. Inoltre, si assicura che il contesto di vita quotidiano non presenti rischi per l'incolumità della persona assistita.

Lavorando a stretto contatto con la persona, l'OSA può individuare e valutare i bisogni non soddisfatti e i disagi vissuti dal paziente. In base alla biografia delle singole persone e ai diversi contesti sociali, culturali e medico/sanitari, l'operatore socio assistenziale interviene per la promozione dell'autonomia e della socializzazione, per prevenire la marginalità e favorire l'integrazione. Accompagna in modo empatico la persona, sostenendola a livello psicologico e sociale, favorendo il dialogo e l'ascolto e promuovendo il suo benessere fisico e psichico.

Si occupa anche di tenere i contatti e i rapporti con i familiari, i Caregiver e con il personale sanitario e sociale di riferimento (medici, infermieri, assistenti sociali, OSS...). Si confronta spesso con loro, per verificare i progressi del progetto assistenziale, per stabilire nuove azioni da intraprendere e per coordinare attività e sforzi comuni.

Quali sono gli sbocchi occupazionali per OSA?

Gli operatori socio assistenziali lavorano come dipendenti o come liberi professionisti in strutture socio-assistenziali, residenziali o semiresidenziali, pubbliche o private, come case di riposo e residenze per anziani, centri diurni, comunità per minori, istituti per portatori di handicap, ma anche in case di cura, cliniche e strutture ospedaliere. Oppure, un OSA può lavorare a domicilio.

Per quanto riguarda l'orario di lavoro dell'operatore socio assistenziale, spesso il contratto prevede la disponibilità alla turnazione e al lavoro sia diurno che notturno (inclusi i giorni festivi).

Altri nomi per questa professione: ADB, OSA

Scopri le nuove offerte di lavoro prima degli altri!
Inserisci la tua email ora e ricevi le ultime offerte per: Operatore Socio Assistenziale
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento

Compiti e Mansioni dell'Operatore Socio Assistenziale

Compiti e mansioni dell'Operatore Socio Assistenziale

Ecco quali sono le principali mansioni di un OSA:

  • Fornire assistenza diretta per assicurare il benessere psico-sociale delle persone
  • Aiutare nello svolgimento delle attività primarie (alimentazione, mobilizzazione, igiene)
  • Seguire le indicazioni delle figure di riferimento in ambito socio-sanitario
  • Analizzare e valutare i bisogni della persona assistita
  • Supportare l'assistito nel mantenimento o recupero dell'indipendenza
  • Promuovere attività di integrazione e socializzazione
  • Tenere le relazioni con i famigliari dell'assistito

Come Diventare OSA? Formazione e Requisiti

Come diventare Operatore Socio Assistenziale

Per diventare Operatore Socio Assistenziale bisogna frequentare un corso per OSA o un corso per Addetto all'Assistenza di Base (ADB), che consente di ottenere le qualifiche necessarie per lavorare nel settore della sanità e dell'assistenza sociale.

Il corso di formazione per OSA prepara operatori in grado di offrire assistenza ai pazienti non autosufficienti, dalla cura dell'igiene al supporto psico-sociale per evitare fenomeni di emarginazione e isolamento.

Alcune delle principali materie di studio sono quindi assistenza sanitaria di base, pronto intervento, psicologia, igiene, alimentazione e dietetica, economia domestica, animazione socio-educativa, legislazione sanitaria.

Oltre alle lezioni teoriche è previsto solitamente un periodo di tirocinio, da svolgere presso strutture accreditate.

Competenze di un Operatore Socio Assistenziale

Le competenze qualificanti per lavorare come OSA sono:

  • Competenza nell'assistenza diretta per l’igiene, la mobilità, l’assunzione dei pasti
  • Competenza nella promozione dell'autonomia e della socialità degli assistiti
  • Competenza nella gestione del piano personalizzato definito dall'équipe socio-sanitaria
  • Conoscenza di enti e servizi territoriali di supporto sociale e assistenziale
  • Conoscenza di elementi di legislazione in ambito socio-assistenziale
  • Capacità di ascolto attivo
  • Tolleranza, sensibilità ed empatia
  • Resistenza allo stress fisico ed emotivo
  • Attitudine al lavoro in team

Sbocchi Lavorativi e Carriera dell'Operatore Socio Assistenziale

Carriera dell'Operatore Socio Assistenziale

La qualifica di OSA apre l'accesso a diverse opportunità lavorative, presso strutture pubbliche e private: ci sono sbocchi occupazionali in Residenze Sanitarie Assistite (RSA) per persone non autosufficienti, centri diurni per anziani, in strutture per minori, in cooperative che offrono servizi di assistenza domiciliare.

Inoltre, è possibile frequentare corsi di specializzazione e aggiornamento che forniscono competenze specifiche per lavorare con tipologie di utenti con bisogni particolari, ad esempio:

  • OSA per l’infanzia, detto anche assistente all'infanzia, che lavora con bambini e minori che vivono particolari difficoltà (problemi comportamentali, problemi in famiglia a causa di situazioni economiche e sociali disagiate)
  • OSA per anziani, un operatore specializzato nell'assistenza socio-assistenziale per la terza età
  • OSA disabili, l'operatore per l'assistenza educativa ai disabili fisici e psichici
  • OSA per le dipendenze, un operatore socio-assistenziale per aiutare e sostenere persone con dipendenza da stupefacenti (tossicodipendenti), alcool o gioco d’azzardo
  • OSA per la multiculturalità o Operatore Sociale Multiculturale, che aiuta le persone straniere ad integrarsi e socializzare

Buoni Motivi per Lavorare Come Operatore Socio Assistenziale

Lavorare come OSA significa poter dare il proprio contributo al benessere psico-fisico di persone in condizioni di fragilità: la professione dell'operatore socio assistenziale è quindi indicata per chi desidera dedicarsi alla cura delle persone.

Il lavoro può essere impegnativo a livello emotivo e personale, poiché si entra in contatto con tante storie diverse, spesso cariche di disagio e sofferenza: riuscire ad alleviare questi pesi è però un grande stimolo per svolgere al meglio le proprie mansioni di assistenza.

Scegliere di frequentare un corso per OSA e diventare operatore socio assistenziale offre inoltre numerose opportunità lavorative, anche grazie alla crescente richiesta di personale nel settore della cura e servizi alla persona.

Offerte di lavoro per Operatore Socio Assistenziale a: