111 Soft Skills: Esempi di Competenze per il CV

Soft skills e competenze trasversali per il tuo CV

Hai trovato proprio l'offerta di lavoro che cercavi e corri a scrivere il CV.

Inizi dalle informazioni personali, passi alle esperienze lavorative, poi alle competenze professionali e arrivi alle “soft skills”, le competenze personali...

“Aspetta, quali sono le mie competenze personali?

Buio totale. Elettroencefalogramma piatto.

Non sai cosa scrivere e hai bisogno di aiuto?

Tranquillo:

Sei sulla pagina giusta!

Continua a leggere per scoprire l'elenco completo delle migliori soft skills da inserire nel tuo CV.

Sei pronto? Iniziamo!

Le soft skills più cercate dalle aziende

Oggi parliamo di quelle competenze “soft” molto apprezzate da aziende e recruiter nella selezione del personale.

Se infatti le esperienze, i titoli professionali e i certificati danno accesso al colloquio di lavoro, sono le soft skills a determinare il tuo successo nel mondo lavorativo.

Infatti, quasi il 72% dei CEO pensa che le soft skills siano più importanti delle hard skills.

Partiamo allora da una definizione...

Cosa Sono le Soft Skills?

Come trovare le soft skills adatte al CV

Le soft skills, o competenze personali, sono abilità trasversali adattabili a tutte le professioni.

Sono quelle competenze chiave che chiunque deve possedere per gestire in autonomia il proprio lavoro e interagire con colleghi e superiori, a prescindere dal ruolo professionale che svolge.

Le soft skills non sono importanti solo nel mondo lavorativo:

riguardano la persona e la sua relazione e interazione con gli altri.

Essere consapevoli della propria persona, sviluppare e migliorare comportamenti per vivere meglio e convivere con gli altri, avere attitudini, mind setting e atteggiamenti particolari in base alla situazione.

Sono queste le “competenze morbide” che ci rendono umani e non macchine.

Sapevi che esistono hard e soft skills?

Hard Skills vs Soft Skills

La differenza tra hard skills e soft skills

Le hard skills sono competenze specifiche di una determinata professione.

Spesso sono competenze tecniche acquisite durante un determinato percorso di studi o da esperienze professionali passate.

A differenza delle soft skills, le hard skills non sono trasversali e interscambiabili.

Prendiamo per esempio un professore delle scuole superiori e un autista di scuolabus:

Chiaramente, le competenze professionali richieste per le due posizioni sono molto diverse - da una parte l'insegnamento, dall'altra la capacità di guida sicura.

Possiamo però individuare alcune competenze personali e attitudini che entrambi devono avere - ovvero capacità interpersonale e relazionale con ragazzi minorenni, pazienza e buona gestione dello stress.

Allo stesso modo, tutti noi possediamo delle competenze trasversali da usare nel mondo del lavoro.

Non sei curioso di scoprire anche tu quali soft skills sono adatte a te e alla tua carriera?

Le Migliori 111 Soft Skills da Inserire nel CV

Le 111 migliori soft skills per il tuo CV

Ecco quindi l'elenco delle principali competenze utili nel mercato del lavoro.

Le abbiamo riunite in 7 gruppi:

  • Competenze Comunicative e Interpersonali
  • Competenze Organizzative e Gestionali
  • Capacità e Competenze Personali
  • Competenze in Problem Solving
  • Competenze in Leadership & Management
  • Competenze in Teamwork
  • Competenze Cognitive e Intellettuali

Per ogni gruppo, abbiamo descritto le competenze chiave più richieste dai datori di lavoro:

Sono 111 soft skills!

E in più, alla fine dell'elenco di competenze ti spieghiamo come sceglierle e cosa scrivere sul tuo CV:

Così potrai farti notare dai recruiter e ottenere un colloquio per il lavoro dei tuoi sogni.

Cosa aspetti?

Continua a leggere per scoprire quelle più adatte al tuo lavoro e alla tua persona.

Competenze Comunicative e Interpersonali

Le competenze interpersonali e comunicative

Le competenze comunicative e interpersonali entrano in gioco quando ti viene chiesto di presentare informazioni ad un pubblico più o meno vasto:

Ad esempio se devi proporre le tue idee all'interno di un team o davanti ai vertici aziendali.

Ma non solo:

Una persona dotata di queste competenze relazionali è in grado di capire quando parlare e quando no, cosa dire e in che modo.

Non bisogna poi dimenticare che alla base del dialogo ci sono rispetto ed empatia.

Devi essere in grado di metterti nei panni dell'altro, comprendere il suo punto di vista senza giudicare e dare la possibilità agli altri di proporre le proprie idee.

Quali sono le competenze comunicative e interpersonali?

Comunicazione Verbale

La comunicazione verbale prevede uno scambio di informazioni attraverso il linguaggio.

Cosa vuol dire?

Conosci il significato delle parole e sai sfruttarle in modo appropriato in base al contesto.

Comunicazione Scritta

La comunicazione scritta per comunicare al meglio

Avere competenze in comunicazione scritta significa essere in grado di redigere testi grammaticalmente corretti e di facile lettura per ogni tipo di lettore.

Conosci i diversi tipi di testo (descrittivo, informativo, ...) e ne usi le potenzialità a seconda della situazione per comunicare le informazioni correttamente e in maniera efficace.

Sensibilità

La sensibilità è un'attitudine della parte destra del cervello che ti permette di individuare emozioni e sensazioni attraverso i sensi.

Essere una persona sensibile significa anche intuire aspetti che altri non notano, mettersi nei panni delle persone e comprendere il loro animo in maniera non invadente.

Chiarezza

La chiarezza è una caratteristica fondamentale per chi vuole comunicare qualcosa.

La mancanza di chiarezza comunicativa porta infatti a incomprensioni, conflitti e divergenze.

Sei chiaro nell'esporre idee e concetti, anche complessi, quando il tuo interlocutore comprende alla perfezione cosa dici e pone domande pertinenti.

Comunicazione Visiva

Usare la comunicazione visiva per trasmettere concetti

Ti servi della comunicazione visiva quando usi colori, segni e immagini per comunicare un messaggio in maniera più semplice, rapida e comprensibile.

Avere competenze in comunicazione visiva significa dunque saper comunicare a livello visivo concetti, anche astratti, e quindi guidare la percezione delle persone.

Comunicazione Non Verbale

La comunicazione non verbale, invece, riguarda tutti quegli aspetti comunicativi che non coinvolgono direttamente la parola.

Quando comunichi con le persone, sei consapevole di gesti, tono di voce ed espressioni facciali che usi, e li sai sfruttare per rendere più efficace il tuo messaggio.

Rispetto

Il rispetto è l'atteggiamento alla base delle relazioni interpersonali.

Sei una persona rispettosa se non giudichi per scelte, opinioni e modi di essere altrui.

Anzi, hai la consapevolezza che ognuno può esprimere liberamente il proprio essere e nessuno ha il diritto di obiettare.

Parlare in Pubblico - Public Speaking

La capacità di parlare in pubblico

Il public speaking è la capacità di comunicare in maniera efficace e persuasiva davanti ad un pubblico, anche consistente.

Quando parli in pubblico, organizzi il discorso in maniera sequenziale, ti poni in maniera positiva verso gli interlocutori e mantieni un contatto visivo con loro.

Inoltre, non hai paura del giudizio del pubblico o delle possibili osservazioni o domande che potrebbero porti.

Empatia

L'empatia è la capacità di connettersi a livello emotivo e immedesimarsi nel proprio interlocutore.

Se sai bene come gestirla, è un'ottima capacità!

Essere empatico ti permette di comprendere a pieno i bisogni e le emozioni della persona che hai di fronte, quindi di trovare soluzioni su misura per lei.

Capacità di Realizzare Presentazioni Multimediali

Realizzare presentazioni multimediali efficaci

La capacità di realizzare presentazioni multimediali efficaci non è prerogativa di grafici e designer.

Bisogna infatti possedere ottime doti comunicative e competenze digitali, capacità di selezione delle informazioni rilevanti e capacità di organizzazione del contenuto.

Se le tue slide non annoiano il pubblico, hanno un design “pulito” e sono di facile comprensione, allora possiedi questa soft skill.

Disponibilità alla Relazione con il Pubblico

Le relazioni con il pubblico non sono mai facili: bisogna accogliere la persona, farla sentire a proprio agio e assicurarsi che sia soddisfatta.

Hai sempre presente che si tratta di persone, e che tutti possono avere una “giornata no”. Tu sai come gestire ogni situazione e far spuntare il sorriso sulla faccia di chiunque.

Altre competenze comunicative e interpersonali sono:

  • Dialettica
  • Assertività
  • Comunicazione Paraverbale
  • Cordialità

Competenze Organizzative e Gestionali

Capacità organizzative e gestionali per il mondo del lavoro

Le competenze organizzative e gestionali comprendono tutte quelle attività di identificazione dei compiti, gestione delle risorse e orientamento agli obiettivi.

Possiedi queste competenze se sai organizzare i tuoi compiti, gestire il tempo a disposizione, stabilire le priorità tra le attività e ottenere risultati migliori con uno sforzo minore.

Questo tipo di competenza trasversale si acquisisce in contesti lavorativi, così come durante il proprio percorso di studi:

Ti ricordi di quando organizzavi lo studio per non rinunciare alla tua vita sociale?

Vediamo quali sono:

Adattabilità

L'adattabilità è la capacità di modificare il proprio comportamento in base a contesti o situazioni esterne.

Sei una persona adattabile se i cambiamenti non ti spaventano per niente, anzi sono il pretesto per dare armonia e varietà alle tue giornate.

Flessibilità

La flessibilità è la caratteristica di non irrigidirsi su posizioni, abitudini e schemi consolidati.

La flessibilità, ad esempio, ti consente di variare i tuoi orari o le tue mansioni senza fatica, fornendoti maggiori opportunità di accrescimento ed evoluzione personale.

Gestione del Tempo - Time Management

Essere in grado di gestire il proprio tempo è fondamentale

La capacità di organizzare e gestire al meglio il tempo si basa sul principio dello svolgere ogni attività nel minor tempo possibile ottenendo il miglior risultato.

Cosa significa?

Sei una persona in grado di ottimizzare il tuo tempo e hai pieno controllo delle attività da svolgere giornalmente.

Definizione degli Obiettivi - Goal Setting

Definire gli obiettivi è il primo passo per impegnarsi a realizzarli, rendendo il proprio lavoro produttivo ed efficiente.

Hai capacità di goal setting se sei in grado di definire obiettivi reali e raggiungibili, in relazione alle tue capacità.

Pianificazione - Planning

Pianificare le attività lavorative significa redigere un piano dettagliato delle attività da svolgere giorno per giorno e coordinarlo con quello dei colleghi.

Avere un piano di lavoro è utile per definire le priorità in base alle scadenze e lavorare per obiettivi.

Capacità di Concentrazione - Focus

Concentrarsi sulle attività per essere efficienti

Cos'è?

La capacità di concentrarsi su compiti precisi senza distrazioni o essere tentato a procrastinare.

Chi ha questa capacità sa organizzare e definire il proprio tempo, concentrare energie e attenzioni sul proprio lavoro.

Capacità Decisionali - Decision Making

Il decision making è la capacità di prendere decisioni analizzando accuratamente il contesto e le varie soluzioni possibili.

Le decisioni non sono mai semplici, ma tu sai fare sempre la scelta giusta in maniera razionale.

Organizzazione

Essere organizzati significa gestire al meglio i propri spazi e tempi, prendere nota di impegni e appuntamenti e incastrarli tra loro per riuscire a portarli tutti a termine.

Sei ben organizzato se sai cosa fare ogni minuto della tua vita.

I tuoi impegni sono suddivisi per priorità (e perché no, per colore!) e i tuoi amici spesso prendono in giro il tuo perfezionismo.

Non preoccuparti!

L'organizzazione è una dote molto apprezzata per ogni tipo di lavoro.

Alcune delle altre di altre capacità organizzative e gestionali sono:

  • Autonomia
  • Rispetto delle Scadenze
  • Precisione
  • Orientamento al Risultato
  • Pazienza

Capacità e Competenze Personali

Le capacità personali per il mondo del lavoro

Le personal skills sono quelle competenze che riguardano direttamente la persona.

Possono essere attitudini, comportamenti, modi di essere o di affrontare la vita e le situazioni.

Quando inserisci queste competenze nel tuo CV ricordati di selezionare solo le qualità che più ti si addicono: le bugie hanno le gambe corte!

Un altro consiglio?

Evita sempre di scrivere qualità banali o non inerenti con la posizione lavorativa a cui ti stai candidando.

Vediamo quali sono le principali competenze personali:

Creatività

Essere creativi nel lavoro

La creatività è la capacità di immaginare, creare oggetti e risolvere problemi in maniera non convenzionale.

Se ti piace scoprire, inventare e portare la tua mente su strade inesplorate, la creatività è la soft skill che più ti si addice.

Dinamicità

La dinamicità è la capacità di essere attivi in ambiente lavorativo: prendi iniziative, proponi innovazioni e hai spirito di adattamento nella realizzazione dei tuoi obiettivi.

Una persona dinamica emana positività e forza ed è il collega ideale con cui collaborare in un team.

Resilienza

La resilienza è la capacità di sopportare situazioni negative e reagire con positività.

Una persona resiliente riesce a trovare opportunità e soluzioni anche negli angoli più bui e a districarsi in situazioni che sembrano essere vicoli ciechi.

Calma

Gestire le situazioni in maniera calma e razionale

La calma è uno stato d'animo che contribuisce a mantenere il corpo e la mente attivi e reattivi.

Quando sei calmo non ti fai sopraffare dalle emozioni e sei in grado di gestire bene le situazioni con razionalità.

Apertura alla Sperimentazione

Cosa vuol dire?

Essere aperti a sperimentare nuove situazioni, metodi e processi lavorativi senza aver paura di sbagliare.

Anzi, imparando dagli errori.

Solitamente una persona con una mentalità aperta alla sperimentazione è anche dinamica e proattiva.

Puntualità

Essere puntuali per rispettare gli orari

La puntualità è la caratteristica personale che ti permette di svolgere e portare al termine i compiti entro i tempi previsti.

Arrivare in orario al lavoro, chiudere una presentazione nei tempi richiesti, completare un progetto entro la data limite:

Se sei in grado di fare queste cose, allora sei una persona puntuale!

Resistenza allo Stress

Lo stress, si sa, è uno dei nemici principali dell'uomo.

Essere resistenti allo stress permette di vivere meglio sia a livello personale che professionale.

Chi sviluppa questa capacità è in grado di affrontare compiti, anche complessi, con lucidità mentale e razionalità.

Attenzione ai Dettagli

La capacità di prestare attenzione ai dettagli permette di concentrarsi e analizzare aspetti che non tutti considerano importanti o fondamentali.

Una persona orientata ai dettagli ha anche grandi capacità di osservazione e di analisi.

Multitasking

Essere capaci di svolgere più attività contemporaneamente

Due occhi, due braccia, due gambe e 10 dita per te non sono abbastanza, vero?

Il multitasking è la capacità di svolgere più funzioni e compiti (task) contemporaneamente ottenendo ottimi risultati da ognuno di essi.

Fiducia in Sé Stessi - Self Confidence

In un contesto lavorativo, avere fiducia in sé stessi significa essere consapevoli del proprio valore e delle proprie capacità.

Ma anche dei propri limiti!

Se hai fiducia in te stesso ti sarà sicuramente più semplice raggiungere gli obiettivi prefissati e lavorare in maniera efficiente.

Ottimismo

L’ottimismo per affrontare la giornata lavorativa

L'ottimismo è la condizione mentale per cui si tende a vedere il lato positivo in ogni situazione, anche la più catastrofica.

Cosa significa?

Se non ti abbatti di fronte alle difficoltà e vedi sempre il bicchiere mezzo pieno, allora sei una persona ottimista.

Tra le competenze personali è possibile identificare anche:

  • Apertura Mentale
  • Memoria
  • Ambizione
  • Acutezza
  • Serietà
  • Entusiasmo
  • Intraprendenza
  • Discrezione

Competenze in Problem Solving

Competenze in problem solving nel mondo del lavoro

Il problem solving è la capacità di risolvere i problemi e trovare soluzioni innovative, originali e funzionali.

Questa soft skill coinvolge processi cognitivi, capacità comunicative e la tua percezione del mondo.

Come capire se queste competenze fanno al caso tuo?

Non ti abbatti davanti alle difficoltà, anzi cerchi di trovare una soluzione.

Le persone con buone capacità di problem solving sono solitamente attente, ottimiste, hanno capacità di analisi e pensiero critico.

Non ti resta che trovare quali competenze sono più adatte alla tua posizione lavorativa:

Capacità di Analisi

La capacità di analisi permette di scomporre problemi complessi per trovare soluzioni efficaci e innovative.

Utilizzi la tua capacità di analisi quando applichi metodi e tecniche di suddivisione del problema, comprensione e gestione delle informazioni.

Brainstorming

Il team cerca soluzioni e idee facendo brainstorming

Il brainstorming è un metodo di ricerca di soluzioni che prevede la partecipazione dei diversi componenti di un team.

I membri del team lasciano che le proprie idee fluiscano senza limiti e condizionamenti. Le idee così prodotte vengono selezionate in un secondo momento per formulare ipotesi e soluzioni innovative.

Capacità di Fare Domande Giuste

Fare le domande giuste non è mai semplice: spesso si corre il rischio di risultare banali o di essere fraintesi.

Chi fa domande giuste, ha naturalmente anche ottime doti di ascolto e comprensione, ed è in grado di avere una visione critica del mondo circostante.

Pensiero Logico

Il pensiero logico permette di creare rapporti di correlazione tra oggetti, relazioni di causa-effetto e connessioni tra elementi complessi.

Grazie al pensiero logico crei supposizioni, connessioni logiche e giudizi.

Persistenza

Persistere per raggiungere obiettivi

La persistenza è la capacità di insistere fino al completo raggiungimento degli obiettivi prefissati, senza arrendersi alle difficoltà.

Una persona persistente infatti sa che deve essere flessibile per svolgere i suoi compiti in maniera efficace.

Lateral Thinking / Pensiero laterale

Il pensiero laterale permette di sviluppare soluzioni innovative ai problemi.

Lavorando con un approccio focalizzato al pensiero laterale, è possibile osservare un problema da diversi punti di vista e trovare strade alternative di risoluzione.

Capacità di Osservazione

Osservare significa analizzare attentamente situazioni e oggetti per trarre considerazioni e deduzioni.

Hai un ottimo spirito di osservazione se ti soffermi a lungo su dettagli che ad altri potrebbero sembrare irrilevanti.

Altre competenze in problem solving sono:

  • Troubleshooting
  • Capacità di Astrazione
  • Problem Finding
  • Problem Shaping
  • Forecasting
  • Capacità di Individuare le Priorità

Competenze in Leadership & Management

Capacità di leadership e management

La leadership è la capacità di porsi come capo, guida e punto di riferimento per un team.

Chi ha doti di leadership è in grado di creare consenso e fiducia all'interno di un gruppo di lavoro.

Un buon leader è capace di stilare un piano operativo concordato da tutti i membri del team e coerente con le loro competenze e capacità.

Ma non solo:

La leadership è alla base della gestione di risorse, personale e tempo a disposizione, per il raggiungimento di obiettivi ambiziosi.

Ecco le principali competenze di leadership e management richieste nel mercato del lavoro:

Self Management

Il self management è la capacità di gestirsi senza avere indicazioni esplicite da parte dei superiori: prevede la definizione di compiti in maniera autonoma e il raggiungimento di obiettivi entro scadenze definite.

Se hai buone doti di self management, sei anche una persona proattiva e orientata agli obiettivi.

Creare Relazioni - Relationship Building

Creare relazioni sia internamente all'azienda che esternamente permette di avere una migliore reputazione e di poter influenzare le persone.

In tutte le relazioni che crei e stabilisci, sei visto come una figura di riferimento in caso di problemi o dubbi.

Coaching

Essere un buon coach per il team

Il coaching è la capacità di individuare le potenzialità personali e professionali dei componenti del team, e le prospettive di crescita.

Un buon coach guida il team verso il successo: lo sprona ad un costante miglioramento, per superare nuove sfide e raggiungere nuovi obiettivi.

Capacità di Lavorare Sotto Pressione

Lavorare sotto pressione significa avere molte priorità da gestire e poco tempo a disposizione.

Se riesci a mantenere il controllo senza disperarti quando sei sommerso da mille compiti, allora sei in grado di lavorare sotto pressione.

Direzione

Avere competenze in direzione significa essere in grado di definire strategie e obiettivi, gestire e coordinare le risorse per conseguire gli obiettivi aziendali.

Oltre alla pianificazione, ti occupi anche di guidare e controllare il team e le attività che svolge.

Altruismo

Essere altruisti nel mondo del lavoro

L'altruismo è l'interesse verso il prossimo.

Essere altruisti significa aiutare gli altri a conseguire i propri obiettivi, motivarli e aumentare la loro autostima.

Una persona altruista sa che il successo deriva dall'unione e dalla collaborazione.

Pensiero Strategico

Il pensiero strategico permette di analizzare attentamente le situazioni che si presentano ed essere in grado di anticipare l'effetto delle azioni da attuare.

Se sei predisposto al ragionamento strategico è per te naturale redigere un piano di azione con diverse possibilità, ma con l'unico scopo di raggiungere traguardi e obiettivi.

Orientamento agli Obiettivi

L'orientamento agli obiettivi è la capacità di dare priorità ai compiti più importanti per terminarli nei tempi previsti.

Una persona orientata agli obiettivi è organizzata nel suo lavoro e vuole sempre migliorare le proprie prestazioni.

Capacità di Saper Dire No

Essere capaci di dire no è utile

Essere in grado di dire no a proposte e idee non in linea con gli obiettivi aziendali è parte del mestiere.

Anche quando dici no, però, sai empatizzare con il tuo interlocutore e mantenere alto il morale del team.

Capacità di Delegare

La capacità di delegare le mansioni alle persone del team in base alle loro competenze e attitudini è da considerarsi un pregio:

Non tutti infatti sono in grado di individuare i compiti migliori per ogni collega.

Il risultato fondamentale di una buona gestione delle deleghe è che i membri del team sono felici e soddisfatti dei loro compiti, sanno svolgerli in maniera autonoma e sono più produttivi.

Capacità di Motivare e Ispirare

La motivazione è ciò che ti spinge a centrare un obiettivo e a raggiungere i risultati che ti sei prefissato.

Un buon motivatore sa che anche gli ostacoli più grandi possono essere superati.

Come?

Ispirando e spronando il team al raggiungimento di obiettivi ambiziosi, e mantenendone alto l'umore.

Fiducia

Fidarsi del prossimo

La fiducia è un atteggiamento che permette di creare una relazione forte e stabile con le altre persone.

Lavorare in un clima di fiducia aumenta la produttività e la realizzazione personale.

Persuasione

La persuasione è la capacità di convincere le persone a compiere o approvare determinati comportamenti e situazioni.

Usi le tue doti persuasive quando vuoi condizionare le decisioni altrui, influenzare il loro punto di vista e modificare la loro percezione della realtà.

Ecco altre competenze di leadership e management:

  • Gestione di Tempo, Risorse e Personale
  • Gestione dei Processi Lavorativi (Workflow)
  • Capacità di Rispettare le Scadenze
  • Capacità di Definire Obiettivi
  • Risoluzione dei Conflitti
  • Capacità di Valutare le Performance

Competenze in Teamwork

Lavorare in team per raggiungere obiettivi

Se lavori in un team, non puoi non avere competenze in team working.

Il teamworking, o lavoro di squadra, comprende tutte quelle competenze che permettono ad un gruppo di persone di lavorare in maniera produttiva e in armonia tra loro.

Non dimenticare che siamo esseri umani e, per spirito di sopravvivenza, naturalmente propensi a lavorare in gruppo.

Tutti abbiamo quindi almeno una di queste competenze.

Non ti resta che individuare le migliori per la posizione a cui aspiri!

Gestione dei Conflitti

Essere in grado di gestire correttamente i conflitti significa ascoltare due visioni contrapposte e trovare una soluzione accettabile e condivisa da entrambe.

Chi ha questa capacità non vede il conflitto come uno scontro, ma come un'opportunità di confronto, crescita e collaborazione.

Scambio di Idee - Idea Exchange

Scambiare idee con i membri del team

Lo scambio di idee è un'attività fondamentale per la crescita personale e per migliorare il clima lavorativo.

Quando usi questo approccio all'interno di un team di lavoro, sei in grado di comunicare con i tuoi colleghi e superiori senza imporre il tuo punto di vista.

In questo modo, nessuno si sente giudicato o inferiore e tutti sono liberi di esprimere opinioni o idee.

Mediazione

Essere in grado di fare da mediatore non è affatto semplice.

La mediazione consiste infatti nel trovare un accordo tra parti contrastanti.

Sei un bravo mediatore se stimoli il dialogo e crei le condizioni per trovare una soluzione che soddisfi entrambe le parti.

Ascolto Attivo

Ascoltare attivamente gli altri

L'ascolto attivo è un'abilità che ha come primo obiettivo quello di sviluppare empatia con chi parla, per migliorare la comunicazione.

Come si fa?

Attraverso una corretta postura e un atteggiamento di apertura, fai sentire il tuo interlocutore accettato e a suo agio.

Negoziazione

La negoziazione è la capacità strategica di trovare compromessi per perseguire i propri scopi.

Quando si presenta un problema usi le tue doti da negoziatore per trovare una soluzione ideale garantendo la soddisfazione di entrambe le parti.

Capacità di Lavorare in Team

Le potenzialità del lavorare in gruppo sono molte: unire le forze e le menti è infatti la scelta migliore (e oggi sempre più comune) per raggiungere risultati importanti.

Quando lavori in team sei a tuo agio e contribuisci al massimo delle tue capacità per raggiungere uno scopo comune.

Inoltre, sei aperto al dialogo, alle critiche e ai consigli.

Cooperazione

Cooperare significa condividere le proprie competenze e abilità per raggiungere obiettivi in maniera più efficace.

Aprirsi al dialogo e alla collaborazione con gli altri è il primo passo per sviluppare uno spirito cooperante:

Il processo di cooperazione deve essere ben strutturato e focalizzato al risultato finale. Infatti deve portare benefici, crescita personale e sviluppo professionale per tutti i componenti del gruppo.

Ascolto dei Feedback

Capacità di accogliere e ascoltare i feedback

Il feedback, sia che esso venga da colleghi che dall'utente finale, deve essere visto come un accrescimento e una spinta a migliorare sé stessi, l'organizzazione o il prodotto finale.

Ascoltando i feedback non ti senti accusato o criticato direttamente, anzi vedi ogni critica come occasione di crescita e miglioramento.

Spirito di Squadra

L'essere umano è portato per natura alla collaborazione e ad aiutare gli altri.

Collaborare significa contribuire e dare il proprio aiuto per la realizzazione di un progetto.

La collaborazione è la chiave per dare vita all'organizzazione e garantire efficienza produttiva.

Altre competenze in Teamwork sono:

  • Spirito di Partecipazione
  • Capacità di Supportare il Team
  • Affidabilità
  • Collaborazione

Competenze Cognitive e Intellettuali

Le capacità cognitive e intellettuali

Le competenze cognitive e intellettuali comprendono tutti i processi mentali, cognitivi e di pensiero.

Usi queste competenze quando percepisci il mondo circostante attraverso i cinque sensi, recuperi e processi informazioni, crei connessioni e relazioni di causa-effetto.

Grazie a queste competenze trasversali, sei in grado di dare un senso alle esperienze passate e usarle come esempio per risolvere problemi futuri.

Anche porsi domande, fare ipotesi, risolvere problemi in maniera innovativa e creare prodotti nuovi sono frutto di processi cognitivi.

Vediamo più nel dettaglio le principali competenze cognitivo-intellettuali:

Intelligenza Emotiva

L'intelligenza emotiva è l'abilità di comprendere e gestire le emozioni, proprie e degli altri.

Quando usi l'intelligenza emotiva sai riconoscere le tue emozioni e individuare le emozioni provate dalle persone che ti circondano.

Sei in grado di usare queste informazioni emotive per guidare il tuo ragionamento e il tuo comportamento.

Pensare Fuori dagli Schemi - Thinking Outside The Box

Pensare fuori dagli schemi per trovare soluzioni

Pensare fuori dagli schemi è una capacità da non sottovalutare: permette di vedere il mondo da un altro punto di vista e trovare soluzioni innovative.

Chi usa questo approccio di pensiero ha una visione del mondo non convenzionale e spinge il team verso direzioni inesplorate.

Design Thinking

Empatizzare, definire, ideare, prototipare, testare e implementare.

E poi ancora empatizzare, definire, ideare, …

Che cosa sono questi passaggi?

Sono le fasi principali del processo di design thinking.

Il design thinking è un processo iterativo di progettazione che permette di risolvere problemi, anche complessi, e adottare la strategia di azione migliore.

Proattività

La proattività è la capacità di prendere decisioni e agire in maniera autonoma anticipando situazioni e comportamenti.

Una persona proattiva prende facilmente l'iniziativa e non aspetta imposizioni o decisioni altrui.

Pensiero Convergente

Il pensiero convergente è il percorso lineare e consequenziale tipicamente utilizzato nel ragionamento logico.

Con questo tipo di approccio, usi procedure e ragionamenti già consolidati nella tua mente che ti permettono di affrontare criticità e risolvere problemi.

Attenzione però!

A seconda delle situazioni, l'approccio di pensiero migliore potrebbe essere il suo opposto: il pensiero divergente.

Pensiero Divergente

Usare il pensiero divergente nel mondo del lavoro

Il pensiero divergente coinvolge l'emisfero destro del cervello, quello più creativo e artistico.

Anche inconsapevolmente, usi questo approccio quando ti trovi di fronte a nuove sfide e problemi. Il risultato è solitamente un'innovazione.

Pensiero Critico

Il pensiero critico sfrutta le capacità cognitive di analisi, discernimento e valutazione per creare giudizi e opinioni personali.

Grazie al pensiero critico puoi distinguere e differenziare gli elementi della realtà, verificarne la veridicità e correttezza, individuare inganni e illusioni.

Pensiero Analitico

Possedere doti analitiche per avere successo nel lavoro

Il pensiero analitico è l'abilità di comprendere attraverso un processo accurato di analisi.

Usi il pensiero analitico quando ragioni in maniera logico-razionale, individui collegamenti tra gli elementi e stabilisci relazioni causa-effetto.

Ragionamento Speculativo

Il ragionamento speculativo prevede attente analisi, indagini e approfondimenti per trovare una soluzione plausibile ai problemi posti.

Grazie al ragionamento speculativo è possibile concepire idee e concetti astratti, ed immaginare oggetti e funzionalità innovative.

Ragionamento Deduttivo

Ragionare per deduzione significa essere in grado di trarre conclusioni particolari partendo da affermazioni e fatti generali.

Le deduzioni sono solitamente frutto di un ragionamento logico e razionale e stabiliscono relazioni tra le cose.

Immaginazione

Immaginare per innovare

Chi ha detto che l'immaginazione è una prerogativa dei bambini?

Se hai buone doti di immaginazione, sei in grado di visualizzare nello spazio oggetti e forme complesse, concepire pensieri e possibili innovazioni.

Spirito di Iniziativa

Lo spirito di iniziativa è la capacità di tradurre idee in azioni concrete, sfruttando le opportunità del contesto.

Chi ha un forte spirito di iniziativa è indipendente nello svolgimento di attività e nella valutazione di alternative e opportunità migliori.

Ma non dimenticare:

Una persona intraprendente deve anche assumersi le proprie responsabilità per le scelte effettuate.

Ragionamento Predittivo

Il ragionamento predittivo prevede l'uso della logica per identificare conseguenze e fatti che si verificheranno con molta probabilità in futuro.

Attraverso il ragionamento predittivo, sai stabilire relazioni tra oggetti e possibili eventi futuri.

Tra le altre abilità cognitive possiamo citare:

  • Pensiero Ipotetico
  • Attitudine all'Innovazione
  • Introspezione
  • Intuizione
  • Pensiero Astratto
  • Capacità di Calcolo Mentale

Eccoci arrivati alla fine della lista di competenze trasversali!

Come promesso, abbiamo selezionato i migliori consigli su come scrivere le soft skills sul tuo CV.

Ricorda:

La maggior parte dei recruiter dà molto peso alle soft skills durante il processo di selezione dei candidati.

Quindi devi sfruttare al meglio lo spazio che hai a disposizione all'interno del curriculum.

Non sai cosa scrivere?

Continua a leggere per scoprire come scegliere le skills da indicare nel CV!

Individua Quali Soft Skills Inserire nel CV

Scegliere le soft skills più adatte

Le soft skills che puoi inserire in un CV sono molte, ma devi selezionarle accuratamente in base alla posizione lavorativa per cui ti stai candidando.

La maggior parte dei recruiter, infatti, non andrà mai oltre la lettura delle prime 6-8 competenze scritte nel curriculum.

Soffermati quindi sulle soft skills principali e più rilevanti per la posizione lavorativa a cui aspiri - e metti le più importanti per prime.

Come fare?

Vediamolo insieme!

Come prima cosa individua quali sono le competenze chiave richieste per il posto di lavoro dei tuoi sogni.

Spesso le trovi scritte direttamente nell'annuncio di lavoro.

Altre volte invece non sono indicate:

Prova allora a visitare il sito aziendale. Spesso puoi individuare sul sito i valori aziendali, l'ambiente lavorativo che ti aspetta e la tipologia di persona che cercano.

Un'altra strategia che puoi usare è cercare tra le descrizioni di figure professionali:

Tra le competenze chiave e le abilità richieste per la tua figura professionale puoi trovare infatti un elenco già pronto di hard e soft skills da cui prendere ispirazione!

Bene, adesso che anche tu conosci questi piccoli segreti, non ti resta che individuare le tue soft skills per scrivere un CV efficace!

Sembra facile...se sai come fare 😉

Come Scrivere le Soft Skills nel CV?

Scrivere le soft skills nel CV

Per scrivere le competenze trasversali nel curriculum, ricordati di:

  • Usare i bullet points (elenco puntato)
  • Essere conciso e breve

Inoltre, può essere utile inserire degli esempi concreti delle situazioni in cui hai acquisito determinate abilità.

Far emergere e contestualizzare le proprie soft skills all'interno di precedenti esperienze lavorative potrebbe infatti dare al tuo CV un plus che altri non hanno.

In questo modo potresti stimolare la curiosità del recruiter e spingerlo a fissare un colloquio di lavoro telefonico proprio con te.

Durante il colloquio infatti avrai modo di raccontare con più dettagli le esperienze lavorative che hai fatto e le soft skills che hai acquisito e migliorato.

E ricorda:

La predisposizione di ciascuno verso uno specifico gruppo di soft skills è innata, ma le competenze trasversali vengono messe alla prova e allenate in diverse occasioni professionali e personali.

Anche le attività di volontariato, gli interessi e gli hobby praticati sono quindi molto importanti per lo sviluppo di soft skills.

Pensa ad esempio a chi ha giocato per anni in una squadra sportiva:

Ha sicuramente sviluppato spirito di squadra, capacità di lavorare in gruppo, capacità di coordinazione con gli altri componenti della squadra, oltre che dinamismo e perseveranza.

Sono tutti tratti fondamentali che porta con sé per contribuire al successo aziendale!

Ora Tocca a Te!

Cercare il lavoro dei tuoi sogni

Adesso che il mondo delle soft skills non ha più segreti per te...

...corri a scrivere il tuo CV ed invialo alle aziende che ti interessano!

E se hai bisogno di cercare offerte di lavoro, non preoccuparti:

Jobbydoo è qui per te!

Condividi questo articolo