Professione Veterinario: Mansioni, Formazione e Competenze per Lavorare con gli Animali

Descrizione del Lavoro di Veterinario

Cosa fa il Veterinario

Partiamo da una semplice definizione: il veterinario è un medico specialista per la cura degli animali: piccoli animali domestici e di compagnia (dai più comuni come cani, gatti, conigli a quelli più insoliti, ad esempio tartarughe, pappagalli, iguane) ma anche cavalli e animali da allevamento come mucche, pecore, maiali.

Che cosa fa il veterinario?

Il veterinario si occupa principalmente di prevenzione e cura delle malattie degli animali: effettua visite veterinarie per verificare lo stato di salute di cuccioli e animali adulti, analizza i sintomi e formula diagnosi. Se necessario, effettua anche prelievi, esami e analisi cliniche per stabilire il trattamento migliore.

Il veterinario indica quindi una terapia e prescrive dei farmaci, oppure effettua operazioni chirurgiche sugli animali.

Il veterinario non interviene solo quando un animale è malato, ma fornisce molte altre prestazioni veterinarie, in sede presso il proprio studio o ambulatorio, in clinica veterinaria oppure in occasione di visite a domicilio.

Effettua le vaccinazioni periodiche, mantiene aggiornati i libretti sanitari e rilascia certificati medici veterinari, inserisce microchip identificativi, effettua procedure di sterilizzazione, segue la gravidanza e il parto degli animali, sopprime animali molto malati o pericolosi (eutanasia).

Inoltre, il medico veterinario fornisce consigli e suggerimenti ai proprietari degli animali, ad esempio per quanto riguarda l'alimentazione, l'igiene e in generale il loro benessere. Ad esempio, indica prodotti antiparassitari contro pulci, zecche, pappataci, le procedure da seguire per la pulizia di routine degli animali, consiglia alimenti e accessori adatti all'età (dai cuccioli agli animali più anziani).

Competenze del Veterinario

Il veterinario è una figura molto importante anche negli allevamenti: tutela la salute e il benessere animale, vigila sull'igiene e sull’utilizzo di farmaci veterinari, controlla la gestione degli allevamenti e della riproduzione animale, ispeziona gli ambienti in cui gli animali nascono, vivono e si riproducono (dove esistono alti rischi biologici, chimici e fisici), cura lo smaltimento dei sottoprodotti di origine animale.

Inoltre, svolge attività di controllo sulle produzioni zootecniche, lungo l’intera filiera produttiva.

Anche se l'obiettivo primario del loro lavoro è la cura degli animali, i veterinari svolgono un ruolo essenziale anche per quanto riguarda la salute dell'uomo. Moltissime malattie infatti sono trasmesse all'uomo proprio da animali: il controllo della salute degli animali, dei luoghi in cui vivono e dei prodotti derivati da animali (specialmente quelli destinati al consumo umano come latte, carne ecc.) serve quindi anche a garanzia della sicurezza alimentare e a tutela della salute pubblica.

Quali sono gli sbocchi lavorativi per i laureati in Medicina Veterinaria?

I veterinari lavorano sia nella sanità pubblica che nel privato: quindi presso ospedali, ambulatori e centri di pronto soccorso veterinario, ASL, cliniche veterinarie, oppure come liberi professionisti in studi privati. Un veterinario può anche lavorare come dipendente negli allevamenti, nelle aziende agricole e di trasformazione di alimenti di origine animale, nei mangimifici, nell'industria farmaceutica.

Opportunità di impiego alternative per veterinari ci sono poi in canili, parchi zoologici e parchi naturali, università e centri di ricerca, negli istituti zooprofilattici e negli enti di controllo della sanità e del benessere animale, in organismi di certificazione di qualità delle filiere produttive zootecniche e agroalimentari.

Scopri le nuove offerte di lavoro prima degli altri!
Iscriviti ora e ricevi le ultime offerte di lavoro per: Veterinario
Servizio gratuito. Potrai disattivare il servizio in qualunque momento

Compiti e Mansioni del Veterinario

Compiti e mansioni del Veterinario

Tra le principali mansioni del veterinario ci sono:

  • Effettuare visite veterinarie, anche a domicilio
  • Fare prelievi, vaccinazioni, trattamenti di profilassi, sterilizzazioni
  • Diagnosticare patologie
  • Prescrivere terapie farmacologiche, esami e analisi veterinarie
  • Effettuare interventi chirurgici veterinari, programmati e d'urgenza
  • Offrire consulenza su cura, nutrizione e benessere degli animali
  • Rilasciare certificati medici veterinari
  • Effettuare ispezioni degli allevamenti
  • Eseguire controlli igienico-sanitari nella produzione di alimenti di origine animale
  • Svolgere attività di prevenzione della sanità animale e della sanità pubblica

Come Diventare Veterinario? Formazione e Requisiti

Come diventare Veterinario

Per diventare veterinario è indispensabile conseguire una laurea in Medicina Veterinaria.

Si tratta di un percorso di studi piuttosto lungo (5 anni), necessario per acquisire le conoscenze scientifiche di base come fisica, biochimica, informatica, biologia animale e vegetale e per poi approfondire le discipline mediche caratterizzanti. Ad esempio anatomia degli animali, fisiologia, patologia veterinaria, farmacologia veterinaria, malattie parassitarie, zootecnica e genetica veterinaria, nutrizione e alimentazione animale, clinica ostetrica veterinaria, clinica medica e chirurgica degli animali da reddito, dei piccoli animali, del cavallo, ispezione, controllo e certificazione degli alimenti.

La formazione dei veterinari prevede sia lezioni teoriche sia ore di pratica in un ospedale veterinario, dove gli studenti partecipano progressivamente alle attività clinico-assistenziali sotto la guida di medici veterinari. Spesso sono previste anche visite ed esercitazioni presso centri zootecnici, per apprendere i diversi aspetti dell’allevamento delle principali specie animali: bovini da latte e da carne, ovini e caprini, suini, avicoli, pesci.

Dopo la laurea in Veterinaria è possibile intraprendere ulteriori percorsi di specializzazione: ad esempio in patologia e clinica degli animali d'affezione, oppure nelle varie discipline specialistiche, in modo simile a quanto avviene per i medici (diagnostica per immagini, neurologia, chirurgia, cardiologia, odontostomatologia ecc.).

Le scuole di specializzazione europee (College) sono strutturate in modo molto rigoroso: prevedono una residency a tempo pieno di 3 anni, pubblicazioni e prove d’esame finale, obbligo di formazione continua e ri-certificazione quinquennale. I programmi dei College sono approvati dall'European Board of Veterinary Specialisation (EBVS), che stabilisce gli standard di qualificazione per i veterinari in tutta Europa.

In Italia, per esercitare la professione di veterinario sono richiesti il superamento di un esame di stato di abilitazione e l'iscrizione all'ordine dei medici veterinari.

Competenze di un Veterinario

Oltre alle competenze in medicina veterinaria, un bravo veterinario deve avere le seguenti caratteristiche:

  • Sensibilità ed empatia nei confronti degli animali
  • Professionalità, igiene, serietà
  • Velocità e accuratezza nell'interpretazione dei sintomi e dei comportamenti degli animali
  • Capacità organizzative
  • Autonomia decisionale
  • Doti relazionali e comunicative
  • Capacità di problem solving e di adattamento
  • Resistenza allo stress
  • Disponibilità alla formazione e all'aggiornamento continuo

Sbocchi Lavorativi e Carriera del Veterinario

Carriera del Veterinario

Dopo la laurea, molti medici veterinari vanno a lavorare in cliniche e ambulatori veterinari, per poi fare carriera fino a diventare direttore sanitario di un ospedale veterinario o dirigente veterinario.

C'è chi sceglie la libera professione e apre un proprio studio veterinario, solitamente specializzato nella cura di cani, gatti e altri piccoli animali domestici, e chi invece preferisce un contratto di lavoro dipendente, ad esempio nel settore zootecnico, dove esistono figure specializzate come il buiatra, che lavora negli allevamenti di bovini da latte e da carne, il veterinario esperto in suinicoltura, in acquacoltura, il veterinario equino per il trattamento di patologie del cavallo (presente nei maneggi e nelle cliniche equine).

Anche le industrie farmaceutiche offrono interessanti opportunità di lavoro per veterinari: come agente, informatore scientifico veterinario o anche Product Specialist per linee di prodotti destinati agli animali (da reddito o da compagnia).

Inoltre, ci sono possibilità di carriera nella ricerca scientifica veterinaria, nella didattica, nel campo della protezione delle specie zoologiche in via di estinzione, o come ispettore nell'ambito della sicurezza alimentare, svolgendo attività di sorveglianza, vigilanza e controllo sulla filiera produttiva degli alimenti, dall'alimentazione degli animali negli allevamenti fino alla tavola del consumatore.

Devi assumere un Veterinario?
Pubblica la tua offerta di lavoro in pochi minuti per ricevere CV da candidati qualificati!

Buoni Motivi per Lavorare Come Veterinario

Fare il medico veterinario è quasi una vocazione: grande passione per gli animali e forte motivazione sono infatti essenziali per svolgere bene questa professione.

Conseguire una laurea in Veterinaria non è semplice, ma è un investimento che permette poi di avere un lavoro stimolante, in linea con il proprio percorso di studi e con uno stipendio di buon livello.

Inoltre, le opportunità di impiego sono molto varie: si può scegliere di lavorare come veterinario libero professionista oppure di fare carriera in ospedali e cliniche veterinarie, di occuparsi di animali da compagnia o di grandi animali negli allevamenti, o ancora di studiare nuovi farmaci e dispositivi veterinari.

Offerte di lavoro per Veterinario a:

Ricevi le offerte via email!
Ricevi notifiche via email con le ultime offerte di lavoro per: Veterinario
Servizio gratuito. Potrai disattivare il servizio in qualunque momento