Professione Fisico: Cosa Fa e Dove Lavora un Laureato in Fisica?

Descrizione del Lavoro di Fisico

Cosa fa il Fisico

Il fisico è uno scienziato che studia i fenomeni naturali utilizzando il metodo scientifico. La ricerca fisica può avere come obiettivo sia indagare i principi e le leggi naturali che regolano l'universo ed elaborare teorie e modelli fisici della realtà (fisica teorica e sperimentale), sia sviluppare nuove tecnologie (fisica applicata).

Ma cosa fa un fisico?

Tipicamente, quando si pensa ad un fisico si immagina uno scienziato che fa esperimenti, elabora formule matematiche e cerca di risolvere complesse equazioni che spiegano determinati fenomeni naturali: da fenomeni noti a tutti come il moto ondoso, a eventi remoti come una collisione di buchi neri.

Questo in parte è sicuramente vero per quanto riguarda il lavoro di tanti fisici sperimentali e fisici teorici. Il metodo sperimentale con cui si fa ricerca in fisica prevede infatti l'osservazione sistematica dei fenomeni naturali, l'esecuzione di esperimenti in laboratorio sotto la guida di ipotesi e teorie da verificare, la raccolta di dati empirici e di misure, l'analisi dei dati mediante calcoli matematici e simulazioni al computer, e infine la produzione di un testo scientifico in cui riportare i risultati della ricerca svolta.

Un laureato in Fisica, però, non si dedica necessariamente all'attività di ricerca scientifica in università o enti di ricerca, ma può utilizzare le proprie competenze in tanti settori, anche in base alla propria area di specializzazione: ad esempio Astrofisica, Fisica medica, Ottica, Fisica dei materiali, Fisica nucleare, Fisica ambientale.

Competenze del Fisico

Quali sono gli sbocchi lavorativi dopo una laurea in Fisica?

Per i laureati in Fisica ci sono interessanti possibilità occupazionali anche al di fuori dell’ambito accademico.

Una di queste è ad esempio l'insegnamento della fisica e di altre materie scientifiche come matematica e scienze nelle scuole secondarie (medie e superiori).

Con una laurea in Fisica si può poi trovare lavoro nel settore finanziario, nelle banche, nelle assicurazioni e in particolare in aziende fintech, ad esempio come Data Analyst o come esperto per lo sviluppo di modelli matematici, funzioni e algoritmi utili per fare previsioni e programmare gli investimenti.

I laureati in Astrofisica possono lavorare nel settore aerospaziale, in osservatori astronomici o in centri meteorologici, mentre una specializzazione in Fisica medica apre le porte per una carriera nel settore healthcare. Le applicazioni mediche della fisica infatti sono sempre più numerose e sofisticate: trattamenti innovativi di radioterapia, chirurgia a laser, telemedicina, ricerca biomedica, apparecchiature diagnostiche che sfruttano le proprietà delle radiazioni ionizzanti o dei campi elettromagnetici (come TAC e risonanza magnetica).

Anche aziende del settore IT e telecomunicazioni, dell'elettronica, del settore energetico o di altri settori industriali cercano laureati in Fisica, spesso per ricoprire posizioni nell'area Ricerca e Sviluppo (R&D): ad esempio per lo studio di nuovi materiali come i superconduttori o per l’implementazione di nuove tecnologie - dalle fibre ottiche alle applicazioni della Fisica nucleare o della meccanica quantistica.

Infine, in tutti questi ambiti i laureati in Fisica possono lavorare come consulenti qualificati, come liberi professionisti oppure per società di consulenza.

Scopri le nuove offerte di lavoro prima degli altri!
Iscriviti ora e ricevi le ultime offerte di lavoro per: Laurea Fisica
Servizio gratuito. Potrai disattivare il servizio in qualunque momento

Compiti e Mansioni del Fisico

Compiti e mansioni del Fisico

Le specifiche mansioni di un laureato in Fisica cambiano molto a seconda del contesto lavorativo. In generale, un fisico può occuparsi di:

  • Svolgere attività di ricerca scientifica
  • Formulare ipotesi e pianificare esperimenti con cui verificarle o confutarle
  • Raccogliere ed analizzare i dati per estrapolare conclusioni significative
  • Sviluppare modelli matematici per spiegare e prevedere fenomeni fisici
  • Redigere report e presentare risultati scientificamente validi
  • Insegnare fisica e altre materie scientifiche
  • Applicare le scoperte della fisica teorica e sperimentale per lo sviluppo di nuove tecnologie

Come Diventare Fisico? Formazione e Requisiti

Come diventare Fisico

Il percorso formativo per diventare fisico prevede di base una laurea in Fisica - e quindi lo studio di materie come analisi matematica, chimica, elettromagnetismo, geometria, elettronica, meccanica quantistica e relatività generale, informatica, fisica nucleare, astronomia, meccanica, struttura della materia, termodinamica.

In particolare, la formazione di un fisico deve necessariamente comprendere approfondite conoscenze di matematica, informatica e programmazione. Fare calcoli e simulazioni al computer di sistemi reali e spesso anche la scrittura di codice (in Java, C++, Python) sono infatti una parte imprescindibile del lavoro, così come l'uso di software specifici come Matlab.

A seconda dei propri interessi personali, durante il corso di studi è poi possibile scegliere una specializzazione: ad esempio Fisica Medica, Fisica Nucleare e subnucleare, Fisica quantistica, Astrofisica, Fisica matematica, Ottica, Geofisica e altre ancora.

Indipendentemente dall'indirizzo scelto, una laurea in Fisica di solito prevede numerose attività di laboratorio, in cui svolgere diversi tipi di esperimenti con apparecchiature sofisticate, e un periodo di stage o tirocinio in azienda.

Spesso è utile completare la propria formazione con un dottorato di ricerca in Fisica, così da ottenere il titolo di PhD - necessario sia per una carriera nella ricerca o in ambito universitario, ma anche per accedere a posizioni più prestigiose nel settore privato.

In Italia, la professione è regolamentata dalla Legge 3/2018, che ha istituito un unico Ordine dei Chimici e dei Fisici. Per l'esercizio della professione di "Fisico" è quindi obbligatoria l'iscrizione all'albo dei Fisici, sezione A (per i laureati magistrali in Fisica), mentre per acquisire il titolo di "Fisico junior" è necessario iscriversi alla sezione B dell'albo (per i laureati triennali).

Inoltre, tra le figure regolamentate c'è l’esperto in Fisica Medica, professione ufficialmente riconosciuta dal Servizio Sanitario Nazionale.

Competenze di un Fisico

Le principali competenze che un fisico deve possedere sono:

  • Competenze approfondite in fisica classica e fisica moderna
  • Competenze in matematica e statistica
  • Capacità di condurre ricerche ed esperimenti nell'ambito della fisica teorica e sperimentale
  • Capacità di utilizzare apparecchi scientifici e strumenti di misura tecnologicamente sofisticati
  • Doti analitiche e di osservazione
  • Precisione, accuratezza e affidabilità
  • Capacità di lavorare in team multidisciplinari
  • Problem solving e spirito di iniziativa
  • Buona conoscenza della lingua inglese scritta e parlata

Sbocchi Lavorativi e Carriera del Fisico

Carriera del Fisico

Dopo una laurea in Fisica è possibile dedicarsi alla ricerca e fare carriera in ambito accademico.

Lavorare come fisico teorico o sperimentale significa partecipare a progetti di ricerca nazionali o internazionali, scrivere paper e articoli scientifici, partecipare a convegni e congressi.

I ricercatori migliori possono aspirare a lavorare in laboratori o centri di ricerca prestigiosi come il CERN, diventare Research Manager di progetti scientifici, direttori di istituti di ricerca o professori universitari, o addirittura fare scoperte scientifiche tali da meritare il premio Nobel per la fisica.

Si può però anche decidere di diventare docenti: con una laurea in Fisica si possono insegnare materie come matematica e fisica, scienze, informatica nelle scuole medie e superiori. Inoltre, per arrotondare si possono dare ripetizioni online o dal vivo.

La formazione scientifica e matematica dei fisici tuttavia fornisce competenze spendibili in tanti contesti lavorativi.

Ad esempio, un fisico può lavorare come tecnico per lo sviluppo di tecnologie industriali nel settore automotive, elettronica o nell'edilizia, studiare applicazioni innovative dei principi fisici per il settore medicale, ambientale, per la radioprotezione e la sicurezza nei luoghi di lavoro, per la conservazione e tutela dei beni culturali, o ancora trovare impiego nel campo dei brevetti.

Ci sono poi laureati in Fisica che trovano impiego come programmatori, sistemisti, Data Scientist, consulenti per il settore ICT e che fanno carriera fino a raggiungere posizioni manageriali.

Devi assumere un Fisico?
Pubblica la tua offerta di lavoro in pochi minuti per ricevere CV da candidati qualificati!

Buoni Motivi per Lavorare Come Fisico

Studiare Fisica è la scelta giusta per le persone curiose, appassionate di matematica e scienze e con una spiccata propensione allo studio. Laurearsi in Fisica infatti non è facile, e anche dopo il conseguimento del titolo è necessario continuare a studiare per rimanere al passo con le ultime scoperte scientifiche: dalle nanotecnologie al plasma di quark e gluoni.

D'altro canto, lavorare come fisico spesso permette di confrontarsi con un contesto fortemente interdisciplinare e collaborare a progetti di ricerca molto stimolanti (insieme a chimici, matematici, medici, ingegneri ed esperti provenienti da vari settori) utilizzando apparecchiature all'avanguardia come gli acceleratori di particelle.

In generale, poi, i laureati in Fisica godono di buone prospettive occupazionali e di uno stipendio competitivo, che cresce con l’aumentare dell’esperienza e della specializzazione.

Offerte di lavoro per Fisico a:

Ricevi le offerte via email!
Ricevi notifiche via email con le ultime offerte di lavoro per: Laurea Fisica
Servizio gratuito. Potrai disattivare il servizio in qualunque momento