Cosa Fa l'ingegnere Elettronico? Compiti, Mansioni e Competenze

Descrizione del Lavoro di Ingegnere Elettronico

Cosa fa l'Ingegnere Elettronico

L'ingegnere elettronico si occupa di progettare e realizzare componenti e dispositivi elettronici. Ha le competenze necessarie per seguire il progetto di un sistema elettronico in tutte le sue fasi, dall'ideazione alla stesura degli schemi per il progetto, dalla prototipazione agli studi di fattibilità, fino alla produzione, collaudo e manutenzione.

Che cosa fa l’ingegnere elettronico, in concreto?

Innanzitutto può dedicarsi a ricerca & sviluppo nel campo dell'elettronica.

Partecipa alla progettazione di nuovi dispositivi elettronici, prepara i disegni tecnici e gli schemi dei circuiti e si occupa della realizzazione di prototipi.

Un ingegnere elettronico può anche avere il compito di migliorare un prodotto già esistente, per ottenere prestazioni più elevate o per rispondere meglio alle esigenze del cliente: modifica dispositivi elettronici o riprogetta parti elettroniche obsolete (ad esempio con la reingegnerizzazione di schede elettroniche).

L'ingegnere elettronico svolge test, analisi e prove di laboratorio per verificare il funzionamento e l’efficacia del prototipo, individuare eventuali difetti e correggerli (attività di troubleshooting). Realizza accurati studi di fattibilità del dispositivo elettronico e definisce i procedimenti necessari alla produzione del componente/apparato, ed prepara quindi un preventivo dei tempi e dei costi previsti.

Un volta che il progetto è stato validato, l'ingegnere elettronico può essere responsabile del controllo del processo produttivo. Verifica che vengano rispettate le specifiche tecniche del progetto e che il dispositivo elettronico prodotto superi i controlli di qualità previsti. Si occupa di collaudi, certificazioni, dichiarazioni di conformità e della stesura della manualistica tecnica, e offre consulenza durante tutte le fasi del progetto.

Inoltre, un ingegnere elettronico si può occupare di creare piani di manutenzione per componenti e sistemi elettronici, per assicurare che siano sempre efficienti e rispettino le normative in vigore, o anche predisporre la formazione tecnica per i futuri utilizzatori dei dispositivi.

I campi di applicazione dell'ingegneria elettronica sono tantissimi: ad esempio la produzione di circuiti stampati e schede elettroniche, centraline di controllo, tecnologie per l'automazione, dispositivi audio e video, sensori, ma anche la robotica, la microelettronica, la meccatronica e i sistemi di telecomunicazione, e altri ancora.

Gli ingegneri elettronici possono quindi lavorare a progetti molto diversi, dall'automazione industriale ai sistemi di pagamento contactless, dai telefoni agli elettrodomestici, dai dispositivi smart connessi ad internet grazie all’IoT (Internet of Things) alla tecnologia wireless, dalla progettazione hardware, firmware alla programmazione di sistemi embedded, dallo sviluppo di apparecchiature elettromedicali avanzate alle applicazioni della nanotecnologia all'elettronica (ad esempio la nanoelettronica per la produzione di transistor ultra efficienti).

Competenze dell'Ingegnere Elettronico

Quali aziende cercano ingegneri elettronici?

Le offerte di lavoro per ingegneri elettronici provengono principalmente da aziende produttrici di componenti elettronici, società di telecomunicazioni, dalle industrie del settore aerospazio e Difesa, dall'aeronautica civile e militare, dal settore dell'energia, da imprese del settore dei trasporti, compagnie ferroviarie e case automobilistiche, da studi di ingegneria e aziende di consulenza elettronica (progettazione, sviluppo e industrializzazione di prodotto), imprese che si occupano di manutenzione elettronica. Ci sono opportunità anche in università e centri di ricerca o nella consulenza, come libero professionista.

Solitamente un ingegnere elettronico lavora all'interno di un team composto da ingegneri, ricercatori e tecnici specializzati, sotto la guida di un responsabile che coordina l'operato dei diversi professionisti.

L’orario di lavoro di norma è un full time tradizionale, con eventuali straordinari che possono essere richiesti soprattutto all’avvicinarsi delle scadenze di un progetto.

L’ambiente di lavoro degli ingegneri elettronici è per lo più un laboratorio o un ufficio. Possono però essere richieste delle trasferte, sia sul territorio nazionale che all'estero, ad esempio per monitorare la produzione e il montaggio di circuiti elettronici, schede elettroniche e apparati elettronici in fabbrica.

Scopri le nuove offerte di lavoro prima degli altri!
Inserisci la tua email ora e ricevi le ultime offerte di lavoro per: Ingegnere Elettronico
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento

Compiti e Mansioni dell'Ingegnere Elettronico

Compiti e mansioni dell'Ingegnere Elettronico

Le responsabilità di un ingegnere elettronico possono variare a seconda del settore e della realtà in cui lavora.

Tra le mansioni che più di frequente sono affidate ad un ingegnere elettronico ci sono:

  • Progettare sistemi e componenti elettronici
  • Riprogettare dispositivi elettronici già esistenti
  • Realizzare studi di fattibilità e preventivi dei costi e dei tempi della produzione
  • Verificare i processi di produzione elettronica, incluso il controllo qualità
  • Collaudare circuiti stampati, schede elettroniche, dispositivi e apparecchiature elettroniche
  • Creare piani di manutenzione degli impianti elettronici
  • Redigere la manualistica tecnica
  • Fornire consulenza tecnica in ambito elettronico

Come Diventare Ingegnere Elettronico? Formazione e Requisiti

Come diventare Ingegnere Elettronico

Per diventare ingegneri elettronici è necessario seguire un corso di laurea in Ingegneria Elettronica. Le principali materie caratterizzanti la formazione dell'ingegnere elettronico sono teorie dei circuiti, elettronica analogica e digitale, campi elettromagnetici, misure e strumentazioni elettroniche, nanoelettronica, optoelettronica, meccatronica.

È importante per un ingegnere elettronico avere anche ottime conoscenze informatiche, ad esempio per utilizzare i programmi per la progettazione e il disegno tecnico elettronico, come software CAD e tools EDA (Electronic Design Automation) per il disegno di schemi elettrici e circuiti stampati (PCB, Printed Circuit Board).

Inoltre, è fondamentale la propensione all'aggiornamento costante per restare al passo con le innovazioni tecnologiche più recenti, visto che il campo dell'elettronica e dell'ICT (Information and Communications Technology) è in continua, rapida evoluzione.

Competenze di un Ingegnere Elettronico

Ecco quali sono le competenze richieste nelle offerte di lavoro per ingegnere elettronico:

  • Conoscenza dei metodi dell'ingegneria elettronica
  • Competenza nella progettazione elettronica digitale e analogica
  • Competenza nella progettazione di circuiti stampati (PCB)
  • Competenza in testing, validazione hardware e troubleshooting
  • Conoscenza di microcontrollori e circuiti integrati FPGA (Field Programmable Gate Array)
  • Competenza nell'uso di software CAD per l'elettronica
  • Familiarità con l'utilizzo della strumentazione di laboratorio elettronico
  • Doti analitiche
  • Attenzione ai dettagli e precisione
  • Attitudine al problem solving
  • Propensione all'innovazione
  • Capacità di lavorare in team

Sbocchi Lavorativi e Carriera dell'Ingegnere Elettronico

Carriera dell'Ingegnere Elettronico

Un ingegnere elettronico neolaureato di solito entra nel mercato del lavoro in posizioni junior, svolgendo per lo più mansioni tecniche in affiancamento ad altri professionisti.

Dopo alcuni anni di esperienza, le opzioni di carriera per un ingegnere elettronico senior sono varie: c'è chi vuole mantenere un ruolo tecnico, e chi invece preferisce assumere posizioni direttive, ad esempio come Project Manager.

Le possibilità di specializzazione sono molto diverse, dalle applicazioni per l'e-health (la sanità elettronica) a quelle per la robotica industriale, dallo sviluppo di sistemi di trasporto intelligenti (ITS) alla ricerca nel campo della microelettronica e nanoelettronica.

Ma una formazione come ingegnere elettronico apre sbocchi professionali anche in altre aree, ad esempio nel settore della vendita e assistenza di componenti e dispositivi elettronici, nella manutenzione tecnica e nel controllo qualità.

Buoni Motivi per Lavorare Come Ingegnere Elettronico

Diventare ingegnere elettronico fornisce competenze specialistiche avanzate che permettono di lavorare in contesti di avanguardia e di contribuire in prima persona al progresso tecnologico.

Si tratta di una professione estremamente dinamica e stimolante - dalla progettazione di circuiti e processori al collaudo dell'hardware, dal controllo dei processi industriali per l'assemblaggio di schede elettroniche alla manutenzione di sistemi di automazione.

Gli ingegneri elettronici sono molto richiesti dalle aziende: trovano lavoro con grande facilità e in generale le prospettive occupazionali per il settore dell'elettronica sono positive.

Inquadramento e retribuzione sono commisurati all'esperienza dei candidati, ma si tratta solitamente di uno stipendio molto competitivo. Inoltre, per i più ambiziosi esistono buone possibilità di sviluppare una carriera a livello internazionale.

Offerte di lavoro per Ingegnere Elettronico a:

Ricevi le offerte via email!
Ricevi notifiche via email con le ultime offerte di lavoro per: Ingegnere Elettronico
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento