L'Ingegnere Industriale: Mansioni, Competenze e Sbocchi Professionali

Descrizione del Lavoro di Ingegnere Industriale

Cosa fa l'Ingegnere Industriale

L'ingegnere industriale si occupa di ottimizzare a livello tecnologico ed organizzativo i processi produttivi di un'azienda. Progetta e sviluppa cicli di lavoro efficienti e razionalizza l'uso di macchinari, materiali, energia, personale, tecnologie per ridurre i costi e gli sprechi.

A livello operativo, che cosa fa un ingegnere industriale?

Per prima cosa un ingegnere industriale deve analizzare e valutare i processi industriali coinvolti nella produzione di un prodotto o nella fornitura di un servizio: studia le varie fasi, il workflow, i sistemi di lavoro sia automatici che manuali, gli impianti e le attrezzature utilizzate. Analizza report, statistiche e documentazione tecnica, focalizzando la sua valutazione di volta in volta su fattori rilevanti come i tempi di produzione, il numero di addetti coinvolti, le operazioni svolte, i materiali utilizzati, l'energia necessaria, i macchinari e i programmi adottati.

L'ingegnere industriale tiene conto anche della qualità del prodotto finale, dell'impatto ambientale dei processi produttivi, dei rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori e ovviamente dei costi complessivi.

Competenze dell'Ingegnere Industriale

L'ingegnere industriale si occupa quindi di ottimizzare e standardizzare i processi, sviluppare sistemi e metodi di lavoro più efficienti e progettare impianti che sfruttino in modo più razionale risorse, informazioni e spazio a disposizione, riducendo al minimo i costi di produzione.

Ad esempio, un Industrial Engineer può essere incaricato di analisi e miglioramento dei processi, delle attrezzature e dei tempi di produzione per la costruzione di macchinari, per l'assemblaggio di componenti elettroniche o per la progettazione di impiantistica industriale, in ottica di efficienza e ottimizzazione dei costi.

L'ingegnere industriale gestisce anche la fase di sperimentazione e implementazione delle nuove procedure e di conversione o modifica degli impianti: prepara le istruzioni di lavoro e coordina tutte le attività richieste perché i nuovi processi diventino operativi, fornendo consulenza ai reparti aziendali coinvolti e supporto per la formazione degli addetti.

Inoltre, si assicura che la produzione raggiunga gli standard qualitativi e quantitativi fissati, nel rispetto delle norme in materia di salute, sicurezza e ambiente.

Dove lavora un ingegnere industriale?

La figura professionale dell'ingegnere industriale è molto versatile: può trovare occupazione in aziende diverse, principalmente nel settore industriale e manifatturiero - dalla produzione di schede elettroniche al settore automotive, passando per le imprese che producono impianti di automazione industriale. Ci sono anche Industrial Engineers che lavorano nel settore trasporti e logistica, per società di ingegneria e di consulenza tecnologica, oppure in centri di ricerca e sviluppo.

A seconda del contesto di lavoro l'ingegnere industriale può dover effettuare frequenti trasferte, per analizzare di persona i processi e le attrezzature in uso nei diversi siti produttivi e guidare la corretta integrazione e implementazione dei nuovi metodi e cicli di lavoro.

Altri nomi per questa professione: Industrial Engineer

Ricerche di lavoro simili: Manufacturing Engineer

Scopri le nuove offerte di lavoro prima degli altri!
Inserisci la tua email ora e ricevi le ultime offerte di lavoro per: Ingegnere Industriale
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento

Compiti e Mansioni dell'Ingegnere Industriale

Compiti e mansioni dell'Ingegnere Industriale

Ecco quali sono le principali mansioni di un ingegnere industriale:

  • Analizzare le specifiche tecniche del prodotto e i processi di produzione
  • Individuare le fasi e i passaggi che possono beneficiare di una riorganizzazione
  • Razionalizzare l'utilizzo delle risorse, ridurre gli sprechi e minimizzare i costi di produzione
  • Ottimizzare processi e impianti esistenti
  • Progettare sistemi di produzione e di controllo più efficienti e funzionali
  • Redigere la documentazione tecnica relativa
  • Coordinare le attività di implementazione e collaudo dei nuovi processi produttivi
  • Assicurare il raggiungimento di standard produttivi sia qualitativi che quantitativi

Come Diventare Ingegnere Industriale? Formazione e Requisiti

Come diventare Ingegnere Industriale

Per diventare ingegnere industriale è necessaria una formazione universitaria: è richiesta una laurea in Ingegneria Industriale, oppure in Ingegneria Meccanica, Ingegneria Gestionale, Ingegneria della Produzione Industriale, Ingegneria Logistica.

I corsi forniscono le conoscenze in ambito matematico, fisico, chimico, economico ed informatico tipiche dell'ingegneria, a cui si aggiungono materie specifiche come sistemi di produzione, logistica e supply chain, progettazione industriale, project management, analisi e valutazione dei rischi, controllo dei processi, automazione industriale, sistemi CAD / CAM.

Competenze di un Ingegnere Industriale

Le competenze richieste ad un ingegnere industriale sono:

  • Competenza nell'analisi e valutazione di tecnologie e processi produttivi
  • Capacità di pianificazione e progettazione del flusso di produzione
  • Competenza in rilevazione dei tempi e analisi dei costi di produzione
  • Conoscenza degli indicatori e degli standard di qualità della produzione
  • Conoscenza delle tecnologie per il controllo di processo
  • Capacità di comunicazione
  • Doti analitiche
  • Problem solving e pensiero critico
  • Attenzione ai dettagli
  • Doti organizzative e di gestione del tempo
  • Capacità di lavorare sia in modo indipendente che in squadra

Sbocchi Lavorativi e Carriera dell'Ingegnere Industriale

Carriera dell'Ingegnere Industriale

La carriera di un ingegnere industriale solitamente inizia da posizioni junior, ad esempio come Junior Industrial Engineer, oppure lavorando come ingegnere meccanico o gestionale.

Dopo aver maturato esperienza, l'ingegnere industriale può poi fare carriera fino ad occupare posizioni manageriali, come responsabile e coordinatore di gruppi di tecnici e ingegneri, come Project Manager o come Head of Industrial Engineering.

In alternativa, ci sono ingegneri industriali che decidono di intraprendere la libera professione e lavorano come consulenti: collaborano con imprese e organizzazioni di vario tipo per aiutarle a riorganizzare impianti, linee di produzione e cicli di lavoro e sviluppare nuove tecnologie e processi per raggiungere la massima efficienza.

Buoni Motivi per Lavorare Come Ingegnere Industriale

Lavorare come ingegnere industriale è indicato per chi sa combinare propensione al problem solving con ottime capacità di analisi.

Si tratta di una posizione molto versatile, indispensabile nel mondo industriale e della produzione ma che risulta efficace anche per definire nuovi processi produttivi, logistici, distributivi e nuove forme di organizzazione del lavoro in tanti settori diversi, dai trasporti all'informatica.

Il focus di un ingegnere industriale infatti è il controllo dei costi e l'incremento dell'efficienza, obiettivi comuni a tante aziende diverse: è quindi una professione molto richiesta, con numerose offerte di lavoro diffuse su tutto il territorio.

Offerte di lavoro per Ingegnere Industriale a:

Ricevi le offerte via email!
Ricevi notifiche via email con le ultime offerte di lavoro per: Ingegnere Industriale
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento