La Professione del Radiologo: Mansioni, Responsabilità e Carriera del Medico Radiologo

Descrizione del Lavoro di Radiologo

Cosa fa il Radiologo

Il radiologo è un medico specialista in radiologia: assiste gli altri medici nel consigliare esami radiologici, interpretare le immagini e fornire referti di radiografie, ecografie, tomografie, risonanze magnetiche a scopo diagnostico o di controllo. Inoltre, il radiologo si occupa di radiologia interventistica e medicina nucleare, a scopo terapeutico.

Vediamo allora in concreto che cosa fa il medico radiologo:

Il compito principale è fornire assistenza e consulenza agli altri medici nella diagnosi e nel trattamento del paziente. Il radiologo raccoglie l'anamnesi del paziente, valuta le tecniche di diagnostica per immagini più indicate per ogni caso specifico, affianca il tecnico sanitario di radiologia medica nell'ottenere le immagini e quindi le interpreta in relazione alla sintomatologia rilevata.

Dunque il referto non è semplicemente il prodotto di un'apparecchiatura diagnostica tecnologicamente avanzata, bensì della competenza di un medico radiologo che lo analizza attentamente per giungere a una conclusione clinica. In base all'esito ottenuto, il radiologo può poi raccomandare ulteriori analisi.

Solitamente il referto con la diagnosi viene illustrato al paziente dal medico specialista: ad esempio il ginecologo per quanto riguarda un'ecografia ostetrica o il medico ortopedico se si tratta di una radiografia ad un arto fratturato.

Competenze del Radiologo

Tuttavia, il radiologo non si occupa solo di radiodiagnostica o imaging, ma anche di radiologia interventistica, per trattare direttamente alcune patologie.

Ad esempio, può effettuare sofisticate procedure di chirurgia mini invasiva (come l'angiografia interventistica, che utilizza particolari cateteri ultrasottili inseriti per via endovascolare per trattare patologie cardio-vascolari) oppure curare malattie grazie a radiofarmaci e tecniche di medicina nucleare.

Mentre di norma la relazione-medico paziente non ha un grande spazio nella vita lavorativa del radiologo che si occupa di diagnostica, la radiologia interventistica permette invece di assistere e relazionarsi direttamente con i pazienti.

L'impiego di radiazioni (sia per la realizzazione delle immagini diagnostiche che a scopo terapeutico) richiedono personale medico-sanitario altamente specializzato e l'osservanza di rigorose normative per la radioprotezione del paziente e dell'operatore.

A questo proposito, è responsabilità del radiologo considerare attentamente il livello di radiazioni a cui è esposto il paziente, verificare che non superino i limiti prescritti e riconsiderare periodicamente l'opportunità del trattamento alla luce dei benefici che da essi derivano - per ridurre al minimo i rischi di cancerogenesi da esposizione a radiazioni ionizzanti.

Dove lavora un radiologo?

Il medico radiologo può esercitare la professione in cliniche, ospedali, ambulatori e centri medici (pubblici o privati), oppure in studi radiologici privati. Se è dipendente di un ospedale, l'orario di lavoro di norma è regolato da turni di guardia che possono comprendere anche notti, weekend e festivi, mentre in centri medici e altre strutture extra-ospedaliere il radiologo presta servizio durante i normali orari di apertura della struttura.

Altri nomi per questa professione: Medico Radiologo

Scopri le nuove offerte di lavoro prima degli altri!
Inserisci la tua email ora e ricevi le ultime offerte di lavoro per: Radiologo
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento

Compiti e Mansioni del Radiologo

Compiti e mansioni del Radiologo

Ecco le principali mansioni del medico radiologo:

  • Interpretare lastre e immagini diagnostiche e fornire referti
  • Fornire assistenza agli altri medici specialisti nella diagnosi delle patologie
  • Collaborare con i tecnici di radiologia per effettuare gli esami radiologici
  • Effettuare procedure di radiologia interventistica
  • Effettuare trattamenti diagnostici e terapeutici con radiofarmaci
  • Osservare le normative per la radioprotezione

Come Diventare Radiologo? Formazione e Requisiti

Come diventare Radiologo

Se si desidera diventare radiologo, il percorso obbligato prevede la Laurea in Medicina e Chirurgia e la successivamente la specializzazione in Radiologia e Diagnostica per immagini.

Oltre alle discipline generali di ambito medico, il radiologo deve possedere infatti una formazione specialistica in radioterapia e radiodiagnostica.

Già durante il corso di studi vengono svolti tirocini presso i reparti di radiologia in ospedali e cliniche, per applicare la teoria medica alla pratica professionale sotto la supervisione di medici esperti.

Oltre alla formazione universitaria, per esercitare la professione medica potrebbe essere richiesto il superamento di un esame di abilitazione o l'ottenimento di una certificazione - ma la normativa varia da Paese a Paese.

La professione si rinnova di pari passo con il progresso medico-scientifico, ed è responsabilità dello specialista provvedere all'aggiornamento costante sulle tecniche e le apparecchiature di radiologia medica più avanzate, così come sulle nuove possibilità terapeutiche della radiologia interventistica.

Competenze di un Radiologo

Al radiologo non possono mancare competenze mediche e soft skills come:

  • Conoscenze approfondite di anatomia, fisiologia e patologia
  • Preparazione clinica generale per l'interpretazione diagnostica delle immagini
  • Conoscenza delle tecniche e delle apparecchiature radiologiche
  • Conoscenza degli effetti biologici delle radiazioni e dei rischi connessi
  • Abilità analitiche e interpretative
  • Spirito di osservazione
  • Capacità comunicative e relazionali
  • Empatia e capacità di ascolto del paziente
  • Predisposizione al lavoro in team
  • Capacità di lavorare sotto stress

Sbocchi Lavorativi e Carriera del Radiologo

Carriera del Radiologo

In analogia con quanto avviene per altre figure di medici, anche il radiologo inizia la propria carriera lavorativa in posizioni junior, ad esempio con il ruolo di assistente medico nel reparto di Radiologia.

Ci si può poi specializzare in una delle tante branche della radiologia diagnostica o interventistica: neuroradiologia, radiologia muscolo-scheletrica, cardiovascolare, radiologia pediatrica, oppure in medicina nucleare.

Le prospettive di carriera e la retribuzione del radiologo dipendono molto anche dalla struttura in cui lavora: in cliniche e ospedali, si può crescere fino a ricoprire le posizioni dirigenziali (come quelle di direttore medico del dipartimento di radiologia e diagnostica per immagini o di primario di unità operativa), oppure si può optare per la libera professione e aprire uno studio privato.

Buoni Motivi per Lavorare Come Radiologo

Specializzarsi in radiologia è una buona scelta per i medici interessati in particolare alle attività di diagnosi, senza però dimenticare la possibilità di dedicarsi a interventi di chirurgia mini-invasiva utilizzando tecniche della radiologia interventistica. La radiologia infatti consente ai medici di svolgere attività diagnostiche e terapeutiche per il trattamento di tante patologie diverse (cardiologiche, gastro-intestinali, urologiche e ginecologiche, oncologiche...): un radiologo qualificato è quindi cruciale nel moderno sistema sanitario.

Inoltre, la figura del medico radiologo è sempre più richiesta nelle strutture sanitarie, sia pubbliche che private: le offerte di lavoro sono quindi numerose e ci sono ottime prospettive di guadagno.

Ricevi le offerte via email!
Ricevi notifiche via email con le ultime offerte di lavoro per: Radiologo
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento