Cosa Fa il Chirurgo? Lavoro, Formazione e Carriera in Chirurgia

Descrizione del Lavoro di Chirurgo

Cosa fa il Chirurgo

Il chirurgo è un medico specializzato in chirurgia: opera i pazienti in sala operatoria ed effettua interventi chirurgici per diagnosticare o curare patologie di vario tipo. La chirurgia è infatti un ramo della medicina che interviene con atti manuali o operazioni strumentali sul corpo umano e al suo interno per affrontare il problema terapeutico.

Che cosa fa il chirurgo?

Tipici trattamenti chirurgici sono ad esempio interventi su organi interni come cuore (cardiochirurgia), polmone, fegato, stomaco e intestino, sull'apparato locomotore (ad esempio in caso di traumi o ernie), sul cervello, sulla colonna vertebrale e sui nervi (neurochirurgia), interventi per l'asportazione di tumori (chirurgia oncologica) e per il trapianto di nuovi organi, interventi di chirurgia plastica e ricostruttiva.

Il chirurgo si occupa sia di grandi interventi chirurgici sia di interventi ambulatoriali o con ricovero breve per curare patologie minori (ad esempio cisti).

Solitamente la procedura viene eseguita sotto anestesia e con l’utilizzo di strumenti come bisturi, pinze e forbici, laser, micro telecamere, in endoscopia oppure con tecnica laparoscopica. Dove possibile la moderna chirurgia interviene con tecniche mini-invasive, ad esempio grazie alla chirurgia robotica.

In sala operatoria, il chirurgo lavora indossando un camice verde, mascherine, cuffie chirurgiche e guanti. Segue scrupolosamente le norme igienico-sanitarie per garantire la massima sterilità ed evitare pericolose contaminazioni.

Il lavoro del chirurgo però inizia prima dell'operazione.

Competenze del Chirurgo

Il chirurgo sottopone il paziente ad una visita di chirurgia generale in cui raccoglie informazioni sulla storia clinica del paziente e prescrive esami ed accertamenti per una corretta diagnosi. In base ai risultati degli esami, valuta se l'intervento chirurgico è la scelta migliore per risolvere il problema - o se è invece consigliabile un trattamento non-invasivo, ad esempio una terapia farmacologica.

Il chirurgo quindi informa il paziente su rischi e benefici dell'operazione e sulle possibili complicanze e prepara il paziente all'intervento (fase pre-operatoria).

Tutto questo naturalmente è possibile solo per gli interventi programmati e non per gli interventi immediati in risposta ad un'emergenza-urgenza chirurgica, per i quali valgono invece procedure differenti.

Quando opera, il chirurgo deve restare molto concentrato anche per lungo tempo: gli interventi chirurgici infatti possono durare da pochi minuti a diverse ore. In sala operatoria, è affiancato dall'équipe chirurgica (chirurghi, anestesisti, infermieri e personale di supporto, altri medici specialistici) che lo aiuta nell'operazione.

Terminata l'operazione, il chirurgo si occupa della gestione dell’assistenza post operatoria. Imposta il programma riabilitativo, segue il paziente durante la degenza e monitora la risposta alla terapia, per evitare l'insorgere di complicanze che possono anche mettere a rischio la vita del paziente.

Dove lavora un chirurgo?

I chirurghi lavorano principalmente in ospedali, cliniche, ambulatori e altre strutture sanitarie (pubbliche o private) e in studi medici privati.

Inoltre, un chirurgo può scegliere di affiancare l'attività clinica all'insegnamento, come docente o professore universitario presso le Facoltà di Medicina e Chirurgia, o alla ricerca scientifica e alla sperimentazione di nuove tecniche chirurgiche.

Possibilità di lavoro alternative per chirurghi ci sono nell'Esercito e nelle Forze Armate, nelle organizzazione non governative (ONG) e nelle associazioni umanitarie che operano nei Paesi in via di sviluppo e nelle zone di guerra.

Il ritmo di lavoro del chirurgo dipende molto dal contesto e dalla specializzazione. Un chirurgo plastico che lavora in uno studio privato può ricevere i pazienti su appuntamento e lavorare con calma nel proprio ambulatorio. Al contrario, un chirurgo generale che lavora in ospedale o in pronto soccorso ha orari molto impegnativi e turni faticosi, notti comprese, perché deve essere pronto in ogni momento ad intervenire per le urgenze e le emergenze.

Scopri le nuove offerte di lavoro prima degli altri!
Inserisci la tua email ora e ricevi le ultime offerte di lavoro per: Chirurgo
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento

Compiti e Mansioni del Chirurgo

Compiti e mansioni del Chirurgo

Di cosa si occupa il chirurgo? I suoi compiti e le sue responsabilità principali sono:

  • Effettuare visite chirurgiche
  • Diagnosticare patologie, lesioni, malformazioni
  • Informare il paziente in modo dettagliato sull'operazione
  • Preparare il paziente nel pre-operatorio
  • Eseguire interventi chirurgici programmati
  • Intervenire d'urgenza in sala operatoria
  • Impostare il programma riabilitativo post-operatorio
  • Mettere a punto e sperimentare nuove tecniche di intervento
  • Insegnare la professione a studenti universitari e specializzandi

Come Diventare Chirurgo? Formazione e Requisiti

Come diventare Chirurgo

La formazione del chirurgo è particolarmente lunga ed impegnativa: può richiedere anche più di 10 anni. Considerando però le grandi responsabilità che sono nelle mani del chirurgo quando opera, non sorprende che il percorso di studio e formazione sia così lungo.

Per diventare chirurgo è necessario prima di tutto conseguire una laurea in Medicina e Chirurgia, per acquisire le conoscenze teoriche fondamentali in anatomia, fisiologia, fisica medica, microbiologia, biochimica, farmacologia, metodologia clinica e diagnostica strumentale e per immagini. Le lezioni sono affiancate da un periodo di tirocinio pratico sotto la guida di medici esperti, a diretto contatto con i pazienti.

Dopo la laurea bisogna poi specializzarsi in Chirurgia. Durante la specialità si possono approfondire le proprie competenze in una delle molte branche della chirurgia: ad esempio cardiochirurgia, chirurgia vascolare, chirurgia toracica, chirurgia generale, chirurgia maxillo-facciale, chirurgia ostetrica, chirurgia pediatrica. Inoltre, il futuro chirurgo deve accumulare esperienza in corsia nei reparti di chirurgia di ospedali e cliniche e imparare a usare con precisione gli strumenti chirurgici come bisturi, ago e filo da sutura, divaricatore.

A seconda della legislazione in vigore nei diversi Paesi, per svolgere la professione occorre una abilitazione, che si ottiene dopo aver superato una specifica prova d'esame.

Ma la formazione non finisce qui: per svolgere al meglio il suo lavoro, il chirurgo deve tenersi costantemente aggiornato sulle novità in campo medico e sugli ultimi sviluppi della ricerca, partecipando a corsi e congressi di chirurgia.

Competenze di un Chirurgo

Le competenze del chirurgo sono:

  • Conoscenze approfondite di anatomia chirurgica, fisiopatologia, medicina operatoria
  • Capacità di inquadrare clinicamente il paziente
  • Conoscenza dello strumentario chirurgico
  • Eccellente preparazione nel proprio campo di specializzazione
  • Competenza nella chirurgia d'urgenza
  • Capacità di gestione del pre-operatorio e del decorso post-operatorio
  • Conoscenza del codice di deontologia medica e degli aspetti medico-legali relativi alla professione
  • Conoscenza delle linee guida sugli standard di sicurezza e igiene nelle sale operatorie
  • Capacità comunicative e di ascolto
  • Competenza nella gestione del rapporto medico-paziente
  • Leadership e capacità decisionale
  • Capacità di lavorare in team
  • Capacità di mantenere la concentrazione sotto stress
  • Resistenza fisica e ottima vista

Sbocchi Lavorativi e Carriera del Chirurgo

Carriera del Chirurgo

La chirurgia è una branca della medicina molto vasta, che offre numerose opportunità professionali, anche all'estero. Tra le specializzazioni più richieste ci sono ad esempio chirurgia generale, chirurgia cardio-toracica, chirurgia plastica, neurochirurgia, chirurgia ortopedica e traumatologica, chirurgia oftalmica.

In ospedale, un chirurgo con anni di esperienza può fare carriera e diventare responsabile di Unità Operativa o dirigente medico (primario), oppure decidere di aprire un proprio studio medico o una clinica privata.

In alternativa, un chirurgo può dedicarsi alla ricerca per elaborare procedure chirurgiche sempre meno invasive, più efficaci, sicure ed affidabili, grazie a strumenti chirurgici ad altissima precisione e sistemi di Computer Aided Surgery (CAS).

Un'altra possibilità interessante è affiancare l'attività in sala operatoria all'insegnamento, come professore universitario di chirurgia.

Buoni Motivi per Lavorare Come Chirurgo

Il chirurgo è uno dei professionisti più richiesti e meglio pagati nel campo medico. Le offerte di lavoro sono numerose, sia in ambito nazionale che all'estero, e una carriera come chirurgo garantisce uno stipendio molto elevato e stabilità economica.

Diventare chirurghi però è una scelta per pochi: il percorso di studi è molto lungo, perché il chirurgo deve essere in grado fare una valutazione clinica complessiva della malattia e del paziente e scegliere le soluzioni chirurgiche più idonee e più efficaci in funzione dei rischi, dei benefici e dei risultati. Inoltre, il lavoro in sala operatoria richiede un grande impegno fisico, mentale ed emotivo, soprattutto nelle emergenze.

Eppure, è un mestiere molto amato e chi decide di prendere questa strada è spinto da forti motivazioni: grazie ad un intervento chirurgico infatti si possono migliorare le condizioni di salute dei pazienti in modo significativo e in alcuni casi salvare la vita delle persone.

Ricevi le offerte via email!
Ricevi notifiche via email con le ultime offerte di lavoro per: Chirurgo
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento