Lavorare Come Agronomo - Cosa Fa, Competenze, Mansioni

Scopri le offerte di lavoro per Agronomo

Il Lavoro di Agronomo - Definizione

Cosa fa l'Agronomo

Cominciamo da una semplice definizione:

L'agronomo è un esperto dei metodi e delle tecniche scientifiche che migliorano l'agricoltura. Ha una formazione specifica in discipline agrarie: l'agronomo studia le piante, il suolo, le tecniche agricole e l'ambiente sia rurale che urbano.

È quindi una figura professionale multidisciplinare, che si può occupare di un gran numero di attività differenti in ambito agrario, forestale e zootecnico, ma anche nel settore del paesaggio e del verde ornamentale.

Quindi, cosa fa l'agronomo?

Ad esempio, l'agronomo studia come migliorare le produzioni agricole e i processi di trasformazione agroalimentare, si occupa della coltivazione di prodotti ortofrutticoli (in pieno campo, in serra, in colture idroponiche...) destinati all'industria alimentare, gestisce i piani di semina, sceglie le tecniche di irrigazione e pianifica la raccolta. Valuta gli aspetti economici e l'impatto ambientale delle coltivazioni, fornisce consulenza nel settore delle trasformazioni alimentari e della commercializzazione dei relativi prodotti.

Oltre ad offrire servizi professionali per l'agricoltura, le attività dell'agronomo riguardano la silvicoltura e il verde urbano: si occupa di pratiche di abbattimento e sostituzione di alberi, è esperto nella prevenzione e cura delle malattie di alberi e di arbusti, cura la gestione paesaggistica di parchi e giardini pubblici e privati e progetta aree verdi.

Un agronomo può anche gestire allevamenti, pianificare le produzioni animali industriali e operare nell'ambito di aziende zootecniche, che si occupano della commercializzazione di prodotti di origine animale, aziende faunistiche, venatorie e dell'acquacoltura.

In generale, grazie alle sue competenze in ambito agrario, forestale ed ecologico, un agronomo sa come intervenire sull'ambiente per renderlo più produttivo, per difenderlo e valorizzarlo. Può quindi lavorare allo sviluppo di prodotti fitosanitari, fertilizzanti e biopesticidi, controllare l'uso di pesticidi e liquami per evitare contaminazioni, oppure implementare sistemi per contrastare l'erosione del terreno e l'inquinamento delle falde acquifere, per recuperare ecosistemi agrari e forestali, nonché per conservare e valorizzare la biodiversità vegetale, animale e dei microorganismi di un ambiente.

Un altro campo di intervento sono le certificazioni di qualità e le analisi delle produzioni vegetali, animali e forestali: l'agronomo si occupa ad esempio di controllare la qualità genetica dei prodotti alimentari sia per gli animali che per l'uomo, in particolare per verificare la tracciabilità di organismi geneticamente modificati (OGM) nella filiera agroalimentare.

La figura dell'agronomo spesso è richiesta anche per ricoprire le mansioni di tecnico commerciale per la vendita, consulenza e assistenza relativa a prodotti per l’agricoltura professionale, ad esempio per aziende attive nella produzione e commercializzazione di mezzi tecnici per l'agricoltura, mangimi, fertilizzanti, prodotti agrochimici.

L'agronomo trova impiego in aziende agricole, forestali e zootecniche, cooperative e consorzi agricoli, ma anche nell'industria alimentare e agroalimentare, nel campo della pianificazione territoriale (rurale e urbana) e nella gestione di parchi e giardini, nei vivai oppure negli uffici tecnici e nella pubblica amministrazione. Lavora come dipendente o in qualità di consulente libero professionista.

Per quanto riguarda il luogo di lavoro, a seconda del settore in cui un agronomo si specializza (aziende agricole, florovivaistiche, zootecniche, forestali), una parte consistente delle attività si può svolgere direttamente all'aperto, sui campi, a stretto contatto con gli agricoltori, le piante e gli animali, oppure al chiuso facendo studi e ricerche in un laboratorio di analisi. Le stagioni possono influenzare molto il lavoro, visto che le attività sul campo tendono a concentrarsi in alcuni mesi dell'anno.

Gli orari di lavoro di un agronomo dipendono dalle mansioni svolte, ma generalmente sono più regolari quando svolge attività di laboratorio, più flessibili quando lavora sul campo e si occupa direttamente della gestione di un'azienda.

Altri nomi per questa professione: Tecnico Agronomo

Compiti e Mansioni dell'Agronomo

Compiti e mansioni dell'Agronomo

Le principali responsabilità di un agronomo sono:

  • Sviluppo e gestione di piani di miglioramento e valorizzazione delle colture
  • Progettazione e direzione di opere di trasformazione fondiaria, sia agraria che forestale
  • Pianificazione e gestione della produzione di aziende agricole, ortofrutticole, zootecniche e agroalimentari
  • Interventi di cura delle piante e gestione del verde (a livello agricolo, forestale o urbano)
  • Analisi di laboratorio di piante e prodotti agro-alimentari
  • Certificazioni di qualità in ambito agricolo, agroalimentare, zootecnico, forestale ed ambientale
  • Tutela della sostenibilità, della sicurezza e della qualità ambientale
  • Programmazione di interventi di pianificazione territoriale, nel rispetto della normativa vigente
  • Progettazione paesaggistica
  • Consulenza gestionale e tecnica per aziende ed enti
  • Commercializzazione di prodotti e tecnologie per l'agricoltura professionale

Come Diventare Agronomo? Formazione e Requisiti

Come diventare Agronomo

Per diventare agronomo è fondamentale un diploma o una laurea in Agraria oppure in Scienze Ambientali, Scienze e Tecnologie Alimentari, Biotecnologie Agrarie, Veterinaria. Agraria, zootecnia, scienze forestali, genetica delle piante, meteorologia, fitopatologia, botanica, chimica e biochimica, idraulica sono solo alcune delle materie che vengono affrontate durante il percorso di studi di un agronomo. Sono importanti anche conoscenze di estimo rurale, costruzioni agricole e diritto agrario.

A seconda della normativa in vigore nei vari Paesi, potrebbe essere necessaria anche un'abilitazione o l'iscrizione a specifici ordini professionali per essere ammessi all'esercizio della professione.

Competenze di un Agronomo

Competenze dell'Agronomo

Le principali competenze e abilità richieste all'agronomo sono:

  • Competenze in scienze e tecnologie agrarie
  • Conoscenza dei processi della filiera agro-alimentare
  • Capacità organizzative e progettuali
  • Abilità gestionali e commerciali
  • Conoscenza della legislazione vigente in campo agrotecnico
  • Capacità di redigere report tecnici
  • Conoscenza e utilizzo degli strumenti di laboratorio (per analisi chimiche, fisiche, biologiche)
  • Capacità comunicative

Sbocchi Lavorativi dell'Agronomo

Carriera dell'Agronomo

Gli sbocchi professionali e le prospettive di carriera per un agronomo che dimostri preparazione tecnica e competenze di progettazione prevedono il passaggio dal ruolo di consulente o dipendente a ruoli direzionali, come responsabile della produzione, fino ad arrivare ad amministrare aziende agricole, vivaistiche e zootecniche. In questo caso, alle conoscenze in agraria si devono unire capacità di analisi operativa, pianificazione finanziaria e aziendale, contabilità.

Fare carriera come agronomo però può anche voler dire specializzarsi: ad esempio, dedicarsi al miglioramento dei processi e delle pratiche agronomiche come semina, raccolta, irrigazione. Oppure approfondire la tematica dello sviluppo sostenibile e dell'agricoltura biologica, e quindi aiutare coltivatori e allevatori ad individuare tecniche di coltura redditizie a livello economico e allo stesso tempo sostenibili a livello ambientale. Un agronomo può anche diventare un ricercatore scientifico, e dedicarsi allo studio della produttività, della genetica delle coltivazioni, o dei metodi di conservazione dei prodotti agro-alimentari. Ancora, può specializzarsi nella salvaguardia ambientale, studiando interventi per garantire la conservazione del suolo, per combattere la desertificazione, contrastare l'erosione del terreno e l'inquinamento.

Infine, un agronomo assunto come tecnico commerciale, rappresentante o venditore in ambito agricolo può intraprendere una carriera nell'area commerciale e delle vendite.

Buoni Motivi per Lavorare Come Agronomo

La possibilità di lavorare con e per l'ambiente è una delle principali motivazioni che spingono ad intraprendere la carriera di agronomo. È una professione indicata per chi vuole un lavoro vario e dinamico, lontano dalla routine di un ufficio: infatti diverse mansioni dell'agronomo devono essere svolte all'aria aperta, a contatto con piante e animali. Inoltre, le opportunità di lavoro sono presenti in molteplici settori, dall'agricoltura all'allevamento, dall'industria agroalimentare alla pianificazione territoriale, e questo permette agli agronomi utilizzare le proprie competenze in tanti contesti diversi.

Scopri le nuove offerte di lavoro prima degli altri!
Inserisci la tua email ora e ricevi le ultime offerte per: Agronomo
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento

Offerte di lavoro per Agronomo a: