Lavorare Come Traduttore - Competenze e Mansioni

Scopri le offerte di lavoro per Traduttore

Cosa Fa un Traduttore? Definizione

Cosa fa il Traduttore

Il traduttore si occupa di tradurre un testo scritto da una lingua ad un'altra. È un intermediario delle comunicazione scritta tra persone, aziende, istituzioni pubbliche e organizzazioni di Paesi che utilizzano lingue, alfabeti e sistemi di scrittura differenti.

Ma cosa fa esattamente un traduttore?

Il traduttore lavora su testi di ogni tipo: traduce libri di narrativa e saggi, articoli e comunicati stampa, materiale pubblicitario come presentazioni e brochures, contratti, documenti legali e atti giuridici, siti internet e contenuti per il web, report e produzione scientifica, manuali tecnici, documentazione aziendale.

A differenza quindi dell'interprete, che lavora con la lingua orale, il traduttore lavora con la lingua scritta, e deve essere in grado di rispettare le esigenze editoriali del testo, come impaginazione, stile, font.

Il traduttore esamina e comprende il testo assegnato e lo traduce in modo che tutti i concetti vengano resi in modo fedele nella lingua di destinazione. Utilizza in modo impeccabile vocaboli e termini tecnici, rispettando le regole di ortografia e grammatica, e mantiene intatti la struttura, il tono e lo stile del testo che deve tradurre. Dedica particolare attenzione a trasmettere nel modo più accurato possibile i riferimenti culturali specifici, comprese le espressioni idiomatiche e colloquiali che non hanno una corrispondenza esatta tra le due lingue.

L'obiettivo del traduttore è fare in modo che le persone leggano il testo tradotto come se fosse l'originale: la scrittura deve quindi risultare fluida e naturale.

Per poter lavorare al meglio, spesso il traduttore traduce da una lingua straniera (o più di una) alla propria lingua madre, e nelle offerte di lavoro si cercano per lo più traduttori madrelingua o bilingui.

Un caso particolare è il traduttore braille, specializzato nella traduzione di testi non da una lingua ad un'altra, ma da un sistema alfanumerico all'alfabeto braille, il sistema di scrittura e lettura a rilievo per persone non vedenti ed ipovedenti.

Competenze del Traduttore

La traduzione è un'operazione complessa, e il traduttore utilizza diverse risorse linguistiche per svolgere il proprio lavoro: dizionari, enciclopedie, lessici, liste di vocaboli, software CAT - Computer Assisted Translation, database o memorie di traduzione (translation memories). Man mano che accumula esperienza e traduzioni, può compilare un proprio elenco di terminologia, frasi e colloquialismi per le traduzioni future.

Tuttavia la sola conoscenza dei termini non basta: il traduttore deve essere un profondo conoscitore non solo della lingua, ma anche della cultura e della società di entrambi i Paesi (quello della lingua di origine e quello della lingua di destinazione) per adattare i contenuti ai diversi sistemi linguistici e culturali.

Inoltre, molti traduttori tendono a specializzarsi in un particolare settore, per poter approfondire la propria conoscenza della terminologia tecnica e specifica: ad esempio in campi come l'economia, la medicina, il diritto, la psicologia, la chimica, l'ingegneria, la letteratura.

La formazione di un traduttore, però, non può mai dirsi completa. Le lingue sono vive e per loro natura dinamiche - e quindi soggette a inevitabili evoluzioni: termini stranieri assumono validità universale grazie alla globalizzazione, le nuove tecnologie di comunicazione digitale creano neologismi e nuove espressioni, l'influsso della lingua parlata trasforma le costruzioni sintattiche della lingua scritta. Mantenere competitive le proprie competenze linguistiche richiede quindi aggiornamento costante e attenzione all'attualità.

Quali sono gli sbocchi occupazionali per gli esperti di traduzioni?

La maggior parte dei traduttori è un libero professionista e lavora come freelance, procurandosi i clienti in modo autonomo o tramite l'intermediazione di agenzie di traduzione. Altri datori di lavoro sono istituzioni governative e organismi internazionali dotati di un team interno di traduttori e interpreti.

Molto ricercata è anche la figura del traduttore tecnico, un professionista che viene inserito solitamente nel reparto commerciale di aziende di medie e grandi dimensioni del settore manifatturiero e ingegneristico. Il traduttore tecnico si occupa di tradurre e revisionare la documentazione tecnica, il catalogo merceologico, le specifiche tecniche di offerte commerciali, e della gestione del flusso documentale con i clienti esteri, fornendo supporto sia all'ufficio tecnico che all'ufficio vendite e spedizioni.

A seconda del contesto, un traduttore può lavorare in sede oppure gestire l'attività di traduzione da remoto, ricevendo e inviando i testi, le bozze e le revisioni in formato elettronico. Anche per quanto riguarda gli orari, tendenzialmente il lavoro del traduttore è molto flessibile, per adattarsi alle esigenze dei committenti e rispettare i termini di consegne dei diversi progetti.

Scopri le nuove offerte di lavoro prima degli altri!
Inserisci la tua email ora e ricevi le ultime offerte per: Traduttore
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento

Compiti e Mansioni del Traduttore

Compiti e mansioni del Traduttore

Ecco in cosa consiste il lavoro del traduttore:

  • Tradurre testi dalla lingua di origine a quella di destinazione, conservando significato, tono, riferimenti culturali e sfumature di senso
  • Revisionare le traduzioni e controllare che i testi non contengano errori
  • Curare editing e rielaborazione redazionale dei testi tradotti, in base alle esigenze editoriali (impaginazione, stile, font)
  • Rispettare le scadenze di consegna delle traduzioni

Come Diventare Traduttore? Formazione e Requisiti

Come diventare Traduttore

Per diventare traduttore è indispensabile una perfetta padronanza della lingua (o delle lingue) da cui si traduce e un’altrettanto perfetta padronanza della lingua di destinazione (meglio se a livello madrelingua). L'essere bilingui costituisce titolo preferenziale.

A parte questo requisito di base, non sono richiesti titoli di studio particolari, anche se sono apprezzati una laurea in Lingue o un diploma rilasciato dalle scuole per traduttori e interpreti.

È poi necessaria una preparazione approfondita su cultura e società del Paese straniero di cui si traduce la lingua, per mantenere nella versione tradotta ogni riferimento presente nell'originale. Questa conoscenza si può arricchire con viaggi, periodi di studio e lavoro all'estero, letture in entrambe le lingue, anche per mantenere aggiornata la propria conoscenza di termini gergali ed espressioni colloquiali.

Per poter tradurre in modo professionale sono importanti anche la conoscenza degli strumenti di traduzione come glossari, database e software per la traduzione assistita (CAT tools), e le competenze informatiche (elaboratori di testo, principali programmi informatici, posta elettronica), per svolgere le attività della traduzione con l'ausilio del computer e gestire il lavoro da remoto.

Competenze di un Traduttore

Le competenze professionali e abilità richieste nelle offerte di lavoro per traduttore sono:

  • Perfetta padronanza della lingua da tradurre e della propria lingua madre
  • Conoscenza approfondita della cultura del Paese o dell’area linguistica di riferimento
  • Solida cultura generale
  • Conoscenza delle tecniche di traduzione
  • Conoscenza degli strumenti del traduttore - software di traduzione assistita (CAT tools), repertori lessicali, database terminologici
  • Capacità di utilizzo dei principali applicativi informatici
  • Doti comunicative
  • Precisione e affidabilità
  • Flessibilità

Sbocchi Professionali del Traduttore

Carriera del Traduttore

La carriera di un traduttore prevede diversi sbocchi lavorativi e possibilità di specializzazione: ci si può concentrare infatti nelle traduzioni da una o più lingue (inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo, cinese, arabo, hindi...), in uno specifico tipo di testi (letteratura, testi giornalistici e accademici, manualistica tecnica...), oppure in un settore (giurisprudenza, medicina, scienza e tecnologia...).

Esistono ad esempio le figure del:

  • Traduttore editoriale, che collabora con una o più case editrici per la traduzione di romanzi, saggi, riviste, fumetti, guide turistiche e altri prodotti editoriali
  • Traduttore tecnico, che traduce testi e documentazione tecnica per aziende e imprese
  • Traduttore web, che si occupa di progetti di traduzione e localizzazione di siti internet e della traduzione di articoli e contenuti da pubblicare online
  • Traduttore specializzato in traduzioni giurate o asseverate, ovvero nella traduzione di testi e documenti che hanno valore legale (come certificati, diplomi, patenti, contratti, atti di processo e così via)
  • Traduttore audiovisivo o cinetelevisivo (sottotitolatore), che si occupa di tradurre prodotti audiovisivi, ovvero lo script di video, documentari, film e serie televisive

Un'altra possibilità è dedicarsi all'interpretariato in qualità di interprete traduttore, ampliando le proprie competenze anche alla lingua parlata. Inoltre, un traduttore può dedicarsi alla mediazione culturale e linguistica, così come all'insegnamento delle lingue straniere.

Infine, si possono sfruttare le proprie competenze linguistiche per lavorare in molti settori diversi: in campo commerciale, nell'import/export, nel marketing e nella comunicazione (ad esempio come Copywriter o come Web Content Manager), nelle relazioni internazionali, nell'assistenza ai clienti stranieri, in ambito turistico.

Buoni Motivi per Lavorare Come Traduttore

Una forte passione per le lingue e le culture straniere è la principale motivazione che spinge ad intraprendere la carriera del traduttore. Si tratta di una professione sicuramente molto affascinante, poiché la traduzione permette di mettere in contatto tante persone di lingue e culture diverse.

Lavorare come traduttore è molto stimolante e vario: i testi da tradurre sono sempre differenti, e bisogna considerare anche tutte le attività che ruotano attorno ad un progetto di traduzione, come revisione, correzione di bozze, editing.

Operare nel campo della traduzione professionale permette inoltre una grande flessibilità nell'organizzazione del lavoro: spesso il traduttore è un freelance che svolge le sue mansioni da remoto, il che significa che può lavorare da casa o in spazi di co-working, potenzialmente in ogni parte del mondo, adattando gli orari in funzione delle tempistiche concordate per le traduzioni.