Professione Saldatore: Mansioni, Competenze, Sbocchi Lavorativi

Scopri le offerte di lavoro per Saldatore

Cosa fa il Saldatore?

Cosa fa il Saldatore

Il saldatore è un operaio specializzato nella saldatura, operazione che consente l'unione chimico-fisica di due elementi tramite fusione ad alte temperature delle estremità da unire. Alcuni dei principali sistemi di saldatura sono la saldatura a resistenza, ad arco sommerso, ad elettrodo rivestito, la saldatura laser, la saldatura MIG/MAG e la saldatura TIG.

Tramite il procedimento di saldatura si uniscono due elementi di vari materiali diversi, principalmente di metallo (acciaio, alluminio, ferro, rame, piombo, leghe metalliche), ma anche materie plastiche. Nel caso in cui le estremità dei due elementi non possano essere fuse insieme, per unirle si ricorre alla fusione di materiale d'apporto (ad esempio stagno): tale procedimento prende il nome di brasatura.

Ma cosa fa il saldatore?

Innanzitutto il saldatore prepara le superfici da saldare: leviga i bordi con la smerigliatrice, li smussa, li pulisce e li blocca (tramite morsetti o puntature) nella posizione desiderata. Sceglie il metodo e gli strumenti più adatti per realizzare la saldatura, a seconda dei materiali, delle dimensioni dei pezzi e delle finalità del lavoro: una lamiera sottile unita a scopo estetico deve essere saldata in modo differente rispetto ad un giunto portante di una struttura metallica. Realizza poi la saldatura, con o senza materiale d'apporto, fondendo i metalli grazie al calore sprigionato da resistenze, elettrodi, miscele di gas o laser.

Una volta completata la lavorazione, il saldatore controlla che il cordone di saldatura non presenti fratture (cricche), difetti o imperfezioni, rimuove le scorie con martellina e spazzola, e testa la tenuta della lavorazione. Verifica tramite calibri, micrometri, comparatori e altri strumenti di misura che la saldatura rientri nei parametri specificati nel progetto ed effettua un controllo qualità. Se necessario, compila la modulistica necessaria per registrare le varie operazioni svolte.

Un altro compito del saldatore è la manutenzione della saldatrice (a filo continuo, a filo animato, a elettrodo ecc.) e di tutti gli strumenti e macchinari che usa nelle diverse fasi del lavoro.

Con la diffusione dell'automazione industriale, per un saldatore è diventata centrale non solo l'abilità manuale ma anche la capacità di controllo e conduzione delle macchine utensili automatiche come i robot di saldatura e le linee di saldatura CNC. Diversi tipi di lavorazione richiedono inoltre differenti livelli di capacità: se il lavoro alla catena di montaggio robotizzata non presuppone conoscenze approfondite sulle proprietà dei metalli o sulle differenti tipologie di saldatura, per svolgere la saldatura a mano è invece necessaria una precisa competenza tecnica sulle diverse modalità di saldatura e sulle rispettive caratteristiche.

Dove lavora un saldatore?

Come operaio specializzato, il saldatore trova numerosi sbocchi lavorativi all'interno di aziende siderurgiche, officine metalmeccaniche, case automobilistiche, cantieri navali e dell'aeronautica, nell'industria mineraria e petrolifera, così come nelle imprese di costruzione, nei cantieri civili e industriali, nelle società che si occupano della costruzione e manutenzione di condotte e allacciamenti per i settori acqua, gas e fognatura (come saldatore tubista). Solitamente svolge le proprie mansioni all'interno di un gruppo di lavoro, coordinato da un capo reparto, capo squadra o capo cantiere.

L'orario di lavoro di un saldatore varia in base al contesto: un saldatore industriale lavora spesso su 2 o 3 turni, che in alcuni casi possono comprendere anche notti, fine settimana e giorni festivi per garantire la produzione a ciclo continuo. Chi lavora come saldatore di cantiere segue invece solitamente un orario di lavoro più tradizionale. A seconda dell'ambiente di lavoro, anche le trasferte possono essere più o meno frequenti.

La saldatura è un procedimento che espone il lavoratore a rischi notevoli, a causa del calore e della luce accecante che caratterizzano queste operazioni. Per questo il saldatore deve utilizzare dispositivi di protezione come maschere, tute e guanti ignifughi e conoscere e rispettare le norme antinfortunistiche, per mantenere la sicurezza sul luogo di lavoro e garantire l'incolumità propria e altrui.

Compiti e Mansioni del Saldatore

Compiti e mansioni del Saldatore

Le tipiche mansioni di un saldatore sono:

  • Preparare i pezzi da saldare eseguendo i trattamenti necessari
  • Valutare metodi e strumenti necessari alla saldatura
  • Effettuare la saldatura
  • Individuare eventuali anomalie nella lavorazione
  • Provvedere ai trattamenti di rifinitura
  • Curare la manutenzione ordinaria dei macchinari
  • Leggere e compilare la documentazione tecnica

Come Diventare Saldatore? Formazione e Requisiti

Come diventare Saldatore

La formazione per diventare saldatore è di tipo tecnico professionale, incentrata su disegno tecnico, chimica e fisica dei materiali, tecniche di saldatura più diffuse, uso e manutenzione della saldatrice. Ma è l'esperienza pratica ciò che fa veramente la differenza: infatti ogni corso professionale per saldatore prevede un periodo di formazione on the job, direttamente sul luogo di lavoro. Qui l'apprendista saldatore impara con la pratica a effettuare i diversi tipi di saldatura a seconda dei materiali, sotto la supervisione di operai esperti.

A seconda delle norme in vigore nei diversi Paesi, può essere richiesto un patentino da saldatore per accedere al mestiere, o possedere qualifiche specifiche legate a determinate tecniche di saldatura (WPS - Welding Procedure Specification): saldatura per fusione degli acciai, saldatura MIG (Metal-arc Inert Gas) / MAG (Metal-arc Active Gas), TIG (Tungsten Inert Gas), saldobrasatura, saldatura ossiacetilenica ed elettrica.

Competenze di un Saldatore

Competenze del Saldatore

Le competenze che un saldatore deve possedere sono:

  • Competenza nell'uso di saldatrici manuali, automatiche e robotizzate
  • Conoscenza di proprietà e caratteristiche dei metalli e dei materiali da saldare
  • Conoscenza dei diversi procedimenti di saldatura
  • Capacità di usare calibri, micrometri, comparatori e altri strumenti di misura
  • Competenza nella lettura del disegno tecnico
  • Ottima manualità
  • Precisione e affidabilità
  • Resistenza fisica
  • Conoscenze delle norme antinfortunistiche e di sicurezza sul lavoro

Sbocchi Lavorativi e Carriera del Saldatore

Carriera del Saldatore

Le prospettive di carriera di un operaio esperto nella saldatura sono per lo più legate alle diverse specializzazioni (saldatura TIG, MIG/MAG, laser, saldatura subacquea inland e offshore) e allo sviluppo di competenze gestionali, da sfruttare in posizioni di responsabilità come capo turno, capo reparto o capo cantiere.

Nel caso di un saldatore addetto alle linee di produzione automatiche industriali, la competenza acquisita in qualità di operatore CNC può essere utilizzata per svolgere altre mansioni legate alla gestione e manutenzione di macchinari CNC.

Buoni Motivi per Lavorare Come Saldatore

Lavorare come saldatore è un'ottima scelta per chi apprezza il lavoro manuale: è un mestiere impegnativo a livello fisico, ma che offre salari competitivi, soprattutto per i saldatori più qualificati.

La figura dell'operaio saldatore è molto ricercata dalle imprese, e gli sbocchi occupazionali sono numerosi e vari, dato che la saldatura è un procedimento utilizzato in un gran numero di contesti diversi: industrie, officine meccaniche e metalmeccaniche, cantieri edili e cantieri navali, aziende che offrono servizi di riparazione su impianti e allacciamenti ed altri ancora.

Scopri le nuove offerte di lavoro prima degli altri!
Inserisci la tua email ora e ricevi le ultime offerte per: Saldatore
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento