Il Lavoro del Chimico: Cosa Fa? (Definizione, Mansioni e Competenze)

Scopri le offerte di lavoro per Chimico

Descrizione del Lavoro di Chimico

Cosa fa il Chimico

Partiamo da una definizione:

Il chimico è uno scienziato esperto di elementi chimici e delle loro reazioni. E' un esperto di chimica, la branca della scienza che studia la composizione della materia ed il suo comportamento in base a tale composizione.

Ma cosa fa esattamente un chimico?

I chimici studiano gli elementi a livello atomico e molecolare e i modi in cui le sostanze interagiscono tra loro. Esistono diversi rami delle scienze chimiche, ad esempio la chimica analitica, che studia la composizione e la struttura di una sostanza e degli elementi che la compongono, o la chimica organica, che studia le sostanze organiche, cioè composte da molecole che contengono carbonio.

Nella ricerca di base, l'obiettivo del lavoro del chimico è aumentare la comprensione e la conoscenza del mondo chimico organico e inorganico, e condividere i risultati con la comunità scientifica. Nella ricerca applicata, lo scopo è sviluppare nuovi composti e materiali, migliorare quelli esistenti, sfruttare le reazioni chimiche per svariate applicazioni.

A livello industriale, un chimico può svolgere analisi chimiche e lavorare ad esempio in progetti di Research and Development (R&D) per sviluppare prodotti chimici di ogni tipo, dalle fibre sintetiche alle materie plastiche e polimeri, dai cosmetici ai farmaci, dalle vernici ai materiali per l'edilizia, dai coloranti per l'industria alimentare ai fertilizzanti chimici.

Il chimico si dedica alle analisi e agli esperimenti di laboratorio: analizza le sostanze e i materiali per individuarne proprietà chimiche e fisiche, le strutture molecolari e atomiche, e per studiare le modalità con cui i diversi elementi interagiscono tra di loro, ad esempio per testare nuovi prodotti o processi. Sviluppa un protocollo per verificare e validare gli esperimenti, e documenta le analisi compiute così come i risultati ottenuti. La ricerca può portare ad esempio ad un brevetto, per la fabbricazione di un nuovo prodotto chimico o per la messa a punto di un processo industriale innovativo.

Competenze del Chimico

Oltre alle attività di sviluppo tecnologico, i laureati in chimica si occupano soprattutto di eseguire analisi di laboratorio (quantitative e qualitative) per il controllo qualità lungo l'intero processo produttivo: dalle materie prime, al semilavorato, per arrivare al prodotto finito - ad esempio nelle aziende agroalimentari ed enologiche, oppure in ambito chimico farmaceutico, per controllare i principi attivi per uso terapeutico e medicinale. Utilizzano le strumentazioni tecniche appropriate per le diverse analisi chimiche richieste e applicano le norme di sicurezza previste dalle specifiche procedure. Documentano l'esito delle analisi assicurando una corretta gestione dei dati analitici e dei campioni analizzati.

Un chimico può anche essere addetto alla gestione e al controllo degli impianti produttivi in cui si utilizzano sostanze chimiche o in cui esiste un rischio chimico, nel campo della compliance e dei regulatory affairs, per supervisionare la conformità a metodi e procedure definite e il rispetto della normativa di tutela ambientale (chemical risk e environmental risk nell'industria chimica).

Gli sbocchi occupazionali di un chimico sono molto numerosi: le sue competenze sono richieste sia nelle aziende chimiche vere e proprie (nel settore chimico-farmaceutico, biochimico, nell'agrochimica, nell'industria della plastica e nel settore petrolchimico), ma non solo.

Ad esempio, molto importante è il lavoro svolto nei laboratori di analisi chimiche e microbiologiche per affrontare problematiche legata all'ambiente (analisi terreni, analisi e classificazione rifiuti, controllo emissioni in atmosfera, agenti biologici), all’igiene industriale (analisi acque di scarico, residui di lavorazioni ecc.) e all'igiene degli alimenti (analisi chimiche e microbiologiche di alimenti, bevande, mangimi ed integratori zootecnici ecc.).

Ancora, i chimici possono lavorare in ambito medico-sanitario, per le analisi chimico-cliniche, e nell'ambito della ricerca e dell'istruzione, come professore di chimica.

Il tipico luogo di lavoro del chimico è il laboratorio, un ambiente chiuso e controllato in cui portare avanti le analisi. I laboratori sono forniti di vari strumenti utili alle ricerche, ad esempio microscopi, spettrometri, densimetri, cromatografi, distillatori, centrifughe, miscelatori, vetreria (provette, beute, becher). Le attività di ricerca in laboratorio richiedono un abbigliamento idoneo, costituito solitamente da camice, guanti monouso e occhiali protettivi.

Spesso il chimico lavora in team, con altri chimici, fisici, ingegneri, tecnici e assistenti di laboratorio. L'orario di lavoro varia a seconda delle caratteristiche specifiche dell'occupazione, ma di solito è un full time tradizionale.

Scopri le nuove offerte di lavoro prima degli altri!
Inserisci la tua email ora e ricevi le ultime offerte per: Chimico
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento

Compiti e Mansioni del Chimico

Compiti e mansioni del Chimico

Alcune tra le mansioni che il chimico può svolgere sono:

  • Analisi chimiche qualitative e quantitative su campioni di sostanze
  • Documentazione dei dati di analisi e interpretazione dei risultati
  • Ricerca e sviluppo di nuovi materiali, sostanze o processi chimici
  • Utilizzo e manutenzione della strumentazione scientifica di laboratorio
  • Studio delle pubblicazioni scientifiche di settore

Come Diventare Chimico? Formazione e Requisiti

Come diventare Chimico

Per diventare chimico è necessaria una laurea in Chimica. Per le posizioni più specializzate in campo scientifico possono essere richiesti anche titoli di studio più avanzati, come un dottorato di ricerca in Chimica.

Oltre alle conoscenze in chimica organica e inorganica, biochimica, chimica fisica, chimica analitica, essenziale nella formazione di un chimico è la competenza nell'utilizzo della strumentazione di laboratorio, tecnologicamente avanzata, e le competenze in informatica, per utilizzare software di analisi dei dati e di modellazione molecolare.

Molto importante per un chimico è poi il costante aggiornamento sulle ultime scoperte scientifiche e le nuove frontiere della ricerca.

L'esercizio della professione potrebbe richiedere anche un'abilitazione, a seconda delle norme vigenti in ciascun Paese.

Competenze di un Chimico

Le offerte di lavoro per chimico richiedono queste competenze ai candidati:

  • Capacità di condurre analisi chimiche quantitative e qualitative
  • Competenza nell'uso della strumentazione da laboratorio
  • Capacità informatiche
  • Pensiero analitico
  • Capacità organizzative e di problem solving
  • Precisione e attenzione ai dettagli
  • Doti comunicative
  • Propensione all'aggiornamento continuo

Percorso di Carriera del Chimico

Carriera del Chimico

La carriera di un chimico può prendere molte strade diverse: se si lavora in un laboratorio di analisi chimiche, si può iniziare come assistente di laboratorio e poi crescere professionalmente fino a diventare responsabile di laboratorio, la figura con compiti di gestione e coordinamento di tutte le attività del personale di laboratorio (tecnici, periti, chimici, fisici, biologi, ingegneri).

Ci si può specializzare in un settore della chimica, ad esempio elettrochimica, biochimica o agrochimica, oppure approfondire gli aspetti legati al controllo qualità dei prodotti chimici, diventando Quality Assurance Auditor e poi responsabile del controllo qualità.

Ma le possibilità per un chimico non finiscono qui:

Anche i settori della vendita e assistenza tecnica di prodotti dell'industria chimica richiedono figure professionali dotate di un background scientifico, per poter fornire ai clienti informazioni affidabili sui prodotti chimici venduti e sul loro corretto utilizzo. Come chimico, è quindi possibile anche una carriera nel ramo commerciale.

Altre opportunità sono nel campo della ricerca, di base o applicata, e dell'istruzione, come professore di chimica in scuole e università.

Buoni Motivi per Lavorare Come Chimico

La professione del chimico è indicata per chi ha una passione per le scienze naturali.

La chimica e le sue applicazioni sono fondamentali per la società contemporanea, e a dei chimici si devono alcune delle scoperte scientifiche più importanti degli ultimi decenni. È un lavoro complesso e molto stimolante: fare analisi ed esperimenti richiede capacità analitiche, pensiero critico, precisione e problem solving.

Inoltre, ci sono numerose offerte di lavoro per i laureati in chimica, in tanti settori diversi: petrolchimico, chimico farmaceutico, biochimica ecc., oppure in ambito accademico.