Professione Attore: Competenze e Carriera nella Recitazione

Cosa Fa l'Attore? Descrizione del Lavoro di Attore

Cosa fa l'Attore

L’attore è un artista che interpreta un ruolo per il teatro, il cinema, la televisione. I ruoli ricoperti variano molto a seconda della produzione: un attore può fare una breve comparsa all’interno di una serie televisiva, avere un ruolo secondario in uno spettacolo teatrale oppure essere scritturato per essere il protagonista di un film.

Lo scopo principale dell’attore è interpretare un personaggio, per intrattenere, suscitare emozioni e raccontare delle vicende: la rappresentazione deve essere così convincente da coinvolgere gli spettatori nella storia narrata. Gli strumenti di lavoro di un attore sono il proprio corpo e la propria voce: tramite la gestualità, la mimica, i movimenti del corpo, il tono della voce e le parole, gli attori riescono a dare vita e spessore ai personaggi che stanno rappresentando.

La preparazione necessaria per interpretare un personaggio può essere lunga: per questo gli attori impiegano gran parte del proprio tempo per le prove, studiando la parte da recitare nei più minimi dettagli. Parte dello studio può avvenire prima ancora di ottenere il ruolo: è necessario infatti svolgere un’audizione, solitamente davanti a registi, produttori e responsabili del casting. Superato il provino per il ruolo e ricevuta la sceneggiatura, l’attore studia poi le scene che spettano al proprio personaggio, imparando a memoria il copione, laddove non gli sia permesso improvvisare. Inoltre è necessario studiare anche i risvolti psicologici della situazione e dei personaggi, per riuscire a calarsi nella parte.

Competenze dell'Attore

Interpretare un personaggio può richiedere anche una certa capacità di trasformazione fisica: l’attore può ad esempio dover perdere o guadagnare peso, cambiare taglio o colore di capelli per assomigliare anche fisicamente al personaggio che deve portare in scena. In aggiunta, non vanno dimenticati costumi e oggetti di scena, che l’attore utilizza per ricreare e mantenere la finzione della rappresentazione. In alcuni casi, l’attore deve svolgere azioni o movimenti che richiedono abilità particolari: può quindi dover seguire corsi di preparazione specifici, ad esempio di canto, di danza, di equitazione o di preparazione atletica. Se ci sono scene particolarmente difficili o pericolose, si può ricorrere a specialisti come controfigure e cascatori (stuntmen).

Quali sono gli sbocchi lavorativi per un attore o un'attrice?

Un attore lavora per compagnie teatrali di grandi e piccole dimensioni, case di produzione cinematografiche, emittenti televisive e radiofoniche, ma può ricevere offerte anche da agenzie di comunicazione e produzione video per girare pubblicità e spot commerciali, oppure da agenzie di casting che selezionano attori, figuranti e modelli per il cinema e lo spettacolo. Gli attori lavorano sotto la guida di un direttore o di un regista, che coordina la produzione e fornisce indicazioni più o meno dettagliate e vincolanti su come deve essere rappresentato un determinato personaggio.

Buona parte della produzione di film, serie televisive e spot pubblicitari viene girata all’interno di set (gli studios), in ambienti e location ricreate in modo artificiale per simulare la realtà. In altri casi invece le riprese sono svolte all’aperto, anche in luoghi esotici: questo richiede agli attori e a tutti i professionisti coinvolti nella produzione di viaggiare e magari risiedere per un certo periodo nel luogo delle riprese.

La produzione teatrale invece ha caratteristiche diverse: per lo più si svolge su un palco, di fronte ad un pubblico che assiste allo spettacolo dal vivo e che giudica sul momento l’abilità degli artisti. Questo è un elemento molto importante da tenere in considerazione, poiché può influenzare molto la performance degli attori.

L’ambiente di lavoro è dunque molto vario: agli attori è richiesta una grande flessibilità e capacità di adattarsi ai differenti contesti. Non tutti gli artisti si trovano a proprio agio in ogni tipo di rappresentazione, e spesso nel corso della propria carriera un attore si specializza nelle interpretazioni in cui riesce ad esprimere al meglio il proprio talento nella recitazione. La flessibilità caratterizza anche l’orario di lavoro: un attore non ha orari fissi, ma prove, riprese e spettacoli si possono svolgere di giorno e di notte, durante la settimana come nei weekend. Possono essere richieste trasferte frequenti, sia per le riprese all’aperto, sia per portare in tournée spettacoli e rappresentazioni.

Anche lo stipendio può variare molto: i contratti di lavoro sono spesso legati ad una specifica produzione, e se le attrici e gli attori famosi vengono pagati molto, chi è agli inizi della propria carriera può dover cercare un secondo lavoro da affiancare alla recitazione.

Altri nomi per questa professione: Attrice

Ricerche di lavoro simili: Attore Teatrale

Scopri le nuove offerte di lavoro prima degli altri!
Inserisci la tua email ora e ricevi le ultime offerte per: Attore
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento

Compiti e Mansioni dell'Attore

Compiti e mansioni dell'Attore

Le principali mansioni di un attore sono:

  • Partecipare alle audizioni per un ruolo
  • Studiare le caratteristiche fisiche e psicologiche del proprio personaggio
  • Memorizzare i dialoghi da recitare
  • Fare le prove e perfezionare la propria interpretazione
  • Seguire le indicazioni del regista o del direttore dello spettacolo
  • Recitare il proprio ruolo davanti alle telecamere o ad un pubblico live

Come Diventare Attore? Formazione e Requisiti

Come diventare Attore

Per diventare attore servono talento e predisposizione naturale, unite ad una preparazione tecnica nel campo della recitazione teatrale, che consenta di esprimere tutto il proprio potenziale. Esistono accademie e scuole per attori in cui si tengono corsi di teatro e recitazione. I corsi insegnano tecniche di recitazione e improvvisazione, dizione e lettura espressiva, mimica e doppiaggio, prossemica e comunicazione non verbale, pratiche del set e dello spazio scenico. In alcuni casi, la formazione viene estesa alla storia del teatro, al canto e alla danza, alle tecniche di regia, scenografia e costumistica.

Nonostante questo, non è necessario un titolo di studio specifico per intraprendere la carriera di attore: in alcuni casi il talento e la predisposizione naturale bastano per cominciare a lavorare, anche se per per fare carriera è imprescindibile una formazione specifica.

Competenze di un Attore

Le principali qualità e competenze di un attore sono:

  • Espressività corporea e vocale
  • Creatività e capacità di improvvisazione
  • Abilità nell’interpretare un ruolo
  • Capacità di memorizzare lunghi testi
  • Coordinazione motoria
  • Sensibilità artistica
  • Resistenza fisica
  • Flessibilità e adattabilità

Da ricordare poi che partecipare a provini e audizioni per ottenere un ruolo può essere molto demotivante: è necessario che gli attori professionisti abbiano una grande resistenza mentale, per sopportare un grande numero di rifiuti e perseverare nella ricerca.

Sbocchi Lavorativi e Carriera dell'Attore

Carriera dell'Attore

La carriera di un attore inizia solitamente come comparsa, oppure in ruoli minori. Con l’aumentare dell’esperienza, e grazie all’abilità dimostrata, gli vengono affidate parti di maggior rilievo, arrivando a ricoprire i ruoli principali.

Ma le opzioni di carriera per un attore non si esauriscono sul palcoscenico: sono infatti molte le prospettive occupazionali legate al mondo dello spettacolo. La conoscenza dell’ambiente permette infatti a molti attori di ottenere buoni risultati come produttori cinematografici, direttori di scena, coreografi e autori, presentatori o Casting Directors, a seconda delle diverse inclinazioni personali.

Inoltre, attrici e attori professionisti possono lavorare con successo nel doppiaggio e voice over, oppure nel campo della formazione, ad esempio in qualità di insegnanti di recitazione.

Non solo, anche lavorare come modello o modella o come testimonial di un brand può essere una strada percorribile: l’esperienza da attore consente infatti di sfruttare al meglio le proprie espressioni facciali e i movimenti del corpo per foto o video commerciali.

Buoni Motivi per Lavorare Come Attore

Fare l'attore di professione è una scelta indicata per chi ha una grande passione per la recitazione. Si tratta di un mestiere dal grande fascino, che permette di impersonare ogni volta un personaggio diverso e raccontare nuove storie - allegre, tristi, paurose, fantastiche...

Anche la flessibilità è un aspetto importante del lavoro.Non esistono orari fissi, e neanche il luogo è stabile: si possono portare spettacoli in tournée in tutto il mondo, così come girare scene di un film in località remote.

Ci sono poi risvolti meno positivi della professione, come la mancanza di stabilità, la grande competizione, gli stipendi molto altalenanti, e la difficoltà nel trovare ruoli adatti: tuttavia con talento, studio e un po' di fortuna la carriera di un attore può portare alla fama e al successo, anche internazionale.