Il Navigator: Chi È e Che Cosa Fa il Tutor dei Centri per l’Impiego (Reddito di Cittadinanza 2019)

Descrizione del Lavoro di Navigator

Cosa fa il Navigator

Il navigator è la nuova figura professionale prevista nel decreto del Reddito di Cittadinanza 2019 (RdC) per aiutare i cittadini a trovare un lavoro. Infatti all'interno del pacchetto di misure che regola il reddito di cittadinanza è stata introdotta la figura del "navigator", o tutor del reddito di cittadinanza. Il suo compito principale è seguire il disoccupato dalla presa in carico nei Centri per l'Impiego fino all'assunzione.

Che cosa farà dunque il navigator?

In attesa che il decreto arrivi in Gazzetta Ufficiale e si stabiliscano nel dettaglio i suoi compiti, è stato ribadito che il navigator avrà il compito di seguire i beneficiari del reddito di cittadinanza nella ricerca di una nuova occupazione, e al tempo stesso di controllare che tutte le attività proposte siano svolte nei modi e nei tempi stabiliti.

La prima fase del lavoro di un navigator è quindi prendere in carico l'utente nel Centro per l'Impiego. Tutti coloro che usufruiscono del reddito di cittadinanza devono infatti siglare un "Patto per il Lavoro" con un centro per l'impiego o un'agenzia di lavoro. Il patto stabilisce la disponibilità immediata al lavoro della persona e l'adesione ad un percorso di inserimento lavorativo individuale.

Proprio il navigator si occupa di strutturare i percorsi individuali necessari all’inserimento e al reinserimento nel mercato del lavoro. Il navigator fa un colloquio di orientamento con i singoli candidati, per stabilire un bilancio di esperienze e competenze. Confronta poi il profilo del candidato con la domanda di lavoro locale e nazionale, per individuare le offerte di lavoro più in linea con il candidato. Il tutor dei Centri per l'Impiego svolge quindi un servizio di orientamento e sostegno nella ricerca di occupazione, spiegando tecniche, pratiche, canali e strumenti di ricerca lavoro.

Se in linea con le possibilità del candidato, il navigator propone anche un percorso di informazione e sostegno all'autoimpiego (lavoro autonomo), all'impenditorialità e all'avvio di un'impresa.

Il bilancio delle competenze può invece evidenziare la necessità di formazione o aggiornamento professionale in ottica di una ricollocazione del candidato sul mercato del lavoro. In questo caso il navigator crea per il beneficiario del reddito di cittadinanza dei percorsi di formazione e riqualificazione, inseriti all'interno di un "Patto di Formazione" stipulato con gli enti di formazione accreditati o con i datori di lavoro.

Non solo:

Un'altra mansione del navigator è quella di controllare e sorvegliare il beneficiario del RdC. Infatti per continuare a ricevere il reddito di cittadinanza bisogna rispettare alcuni obblighi, come la frequenza delle attività di formazione, l'accettazione di una delle prime tre offerte di lavoro congrue, e lo svolgimento di almeno 8 ore settimanali in progetti e lavori socialmente utili per la comunità. Il navigator quindi supporta il beneficiario del reddito di cittadinanza nella ricerca del lavoro e al tempo stesso controlla che si impegni attivamente a seguire il percorso proposto.

Chi assumerà i Navigator e come?

I fondi stanziati dovrebbero permettere l'impiego di circa 10.000 professionisti per supportare l'introduzione del reddito di cittadinanza.

Seimila navigator lavoreranno tramite contratto di collaborazione per l'Agenzia Nazionale per le Politiche Attive per il Lavoro (ANPAL) Servizi Spa. ANPAL Servizi è una partecipata, e non ha bisogno di seguire l'iter del concorso pubblico per la selezione del proprio personale. I 6.000 navigator collaboratori dell'ANPAL Servizi saranno quindi selezionati tramite la raccolta di candidature sul sito internet, in seguito alla pubblicazione degli avvisi di selezione. I candidati verranno poi valutati in base al curriculum e ad un colloquio di lavoro.

Altri quattromila navigator invece saranno assunti dalle Regioni tramite concorso pubblico per integrare il personale dei Centri per l'Impiego. Per fare domanda come navigator è necessario aspettare l'istituzione dei bandi di concorso regionali per i 4.000 posti previsti all'interno dei Centri per l'Impiego di competenza regionale.

Lo stipendio dei navigator dovrebbe aggirarsi intorno ai 30mila euro lordi all’anno, cioè tra i 1.700 e i 1.800 euro netti al mese. La retribuzione del navigator potrebbe anche prevedere una parte fissa con l'aggiunta di bonus variabili, legati al numero di disoccupati che il navigator riesce a ricollocare con successo.

Compiti e Mansioni del Navigator

Compiti e mansioni del Navigator

Le principali mansioni di un navigator sono:

  • Effettuare un bilancio delle competenze del singolo disoccupato beneficiario del RdC
  • Preparare un percorso individuale di inserimento / reinserimento nel mercato del lavoro
  • Supportare la ricerca autonoma del lavoro del candidato
  • Fornire informazioni sui processi di avviamento di un'attività autonoma
  • Preparare un percorso individuale di formazione professionale
  • Controllare l'assolvimento degli obblighi previsti dal Patto per il lavoro e dal Patto di Formazione

Come Diventare Navigator? Formazione e Requisiti

Come diventare Navigator

Non esistono ancora dei requisiti stabiliti per diventare navigator, poiché il tutor del reddito di cittadinanza è una figura professionale ancora in via di definizione.

Le ultime notizie diffuse dai tecnici dicono che verranno selezionati professionisti con una formazione accademica in materie umanistiche ed economico-giuridiche. I titoli di laurea magistrale di riferimento sono Economia, Giurisprudenza, Sociologia, Scienze Politiche, Psicologia e Scienze della Formazione.

Visti gli specifici compiti assegnati al ruolo, verrà richiesta anche una buona esperienza pregressa nel settore delle risorse umane e delle politiche attive del lavoro: si è parlato di almeno 2 anni di esperienza nell'ambito, ad esempio maturata in ruoli come selezionatore, Recruiter, HR Manager, Head Hunter e Career Coach.

Ulteriori requisiti specifici possono poi essere introdotti a livello regionale.

Competenze di un Navigator

Competenze del Navigator

Ecco le competenze richieste per diventare navigator:

  • Conoscenza dei canali di reclutamento
  • Conoscenza della normativa e della contrattualistica del lavoro
  • Capacità di pianificare i processi di formazione e sviluppo professionale
  • Capacità di gestire il processo di reclutamento
  • Ottime doti relazionali, capacità di ascolto e mediazione
  • Capacità organizzative e decisionali
  • Competenze informatiche
  • Orientamento ai risultati e capacità di lavorare per obiettivi
  • Precisione e affidabilità
  • Capacità di gestione dello stress
  • Flessibilità e problem solving

Sbocchi Lavorativi e Carriera del Navigator

Carriera del Navigator

Per poter diventare navigator bisogna aver maturato esperienza nel campo delle risorse umane. La carriera di un navigator può iniziare quindi in posizioni junior come assistente HR, Recruiter o addetto alla ricerca e alla selezione del personale. Sono ottimi candidati per la posizione di navigator anche consulenti del lavoro, Career Coaches, HR Manager, consulenti HR e liberi professionisti specializzati nello scouting.

Buoni Motivi per Lavorare Come Navigator

Lavorare come navigator è un'ottima opportunità per coloro che hanno già sviluppato esperienza nel settore delle risorse umane e vogliono lavorare per la Pubblica Amministrazione. Il navigator infatti è una figura centrale nel piano di riforme varate con il decreto del Reddito di Cittadinanza, verrà quindi sostenuta e incentivata all'interno del potenziamento e rinnovamento dei Centri per l'Impiego.

Essendo un piano che interessa tutto il territorio nazionale, i posti di lavoro come navigator saranno numerosi (si parla di circa 10.000 nuovi professionisti necessari nei Centri per l'Impiego) e diffusi in tutta Italia.

Scopri le nuove offerte di lavoro prima degli altri!
Inserisci la tua email ora e ricevi le ultime offerte per: Navigator
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento