Cosa Fa il Falegname? Mansioni, Competenze e Sbocchi Professionali nella Falegnameria

Descrizione del Lavoro di Falegname

Cosa fa il Falegname

Il falegname è un professionista esperto nella lavorazione del legno, a livello artigianale o industriale. Si occupa di progettazione, realizzazione e montaggio di mobili e cucine in legno (anche su misura), di porte, finestre, infissi e in generale della fabbricazione e riparazione di manufatti in legno (dall'oggettistica agli imballi in legno).

Nel dettaglio, che cosa fa un falegname?

Il falegname produce elementi in legno, utilizzando sia i classici attrezzi del falegname per la lavorazione manuale del legno (banco da falegname e utensili come seghe, lime, pialle, torni, scalpelli, punte, trapani, levigatrici), sia macchinari più tecnologici come le macchine CNC per la lavorazione del legno.

In base al lavoro commissionato (delle tavole in legno semilavorato? un armadio su misura? delle porte o delle scale in legno per la casa?) il falegname realizza i disegni esecutivi per il progetto utilizzando software CAD/CAM e pianifica le attività per arrivare fino alla consegna del prodotto finito.

Seleziona il tipo di legname (abete, ciliegio, faggio, noce ...) e i pezzi di legno da usare come materia prima e prepara i macchinari necessari per la lavorazione - ad esempio imposta le macchine CNC e i centri lavoro e monta gli utensili (attrezzaggio). Il falegname procede quindi a tagliare, forare, fresare, curvare il legno (modellazione) e poi a piallare e lisciare il legno.

A lavorazione conclusa il falegname rifinisce i dettagli, controlla che il pezzo prodotto rispetti le specifiche indicate nel progetto e verifica che il risultato finale sia conforme agli standard di qualità previsti. Nel caso di pezzi difettosi l'operatore del legno segnala il problema al responsabile della produzione o al capo officina di falegnameria.

Competenze del Falegname

Una volta che i pezzi di legno sono stati tagliati e sagomati il falegname assembla i diversi componenti - usando adesivi per legno ed elementi di fissaggio come viti, chiodi, bulloni, tasselli - e applica gli eventuali accessori per completare l'unità (inserti di metallo, vetro, plastica o altri materiali).

Una volta finita la fase di assemblaggio, riveste il prodotto in legno con vernici, cere, smalti, lacche, sigillanti, rivestimenti impermeabilizzanti ecc.

In ultimo il falegname si occupa della fase di montaggio e posa: ad esempio posa di serramenti e infissi (porte interne ed esterne, finestre, tapparelle, ante, persiane), montaggio e posa di cucine, armadi e mobili.

Altri tipici lavori di falegnameria sono la manutenzione, riparazione e restauro di mobili e prodotti in legno.

Dove lavora un falegname?

Di norma il falegname lavora a tempo pieno come dipendente di segherie, falegnamerie, mobilifici o come titolare di un'attività artigiana di falegnameria. Il lavoro si svolge in parte in officina e in parte direttamente presso il cliente, per le fasi di posa e montaggio.

Ci sono poi sbocchi professionali in industrie e aziende operanti nel settore legno, ad esempio nell'industria del mobile, in imprese edili o nel settore nautico (come falegname navale).

Che differenze ci sono tra la falegnameria industriale e la falegnameria artigianale?

In ambito industriale, l'operatore del legno è addetto alla lavorazione in serie, grazie a macchinari automatizzati che permettono una produzione su larga scala. In ambito artigianale il mestiere del falegname è caratterizzato invece da lavori su misura e da un uso artistico del legno, per la creazione di pezzi unici come mobili e cucine in legno su misura.

Inoltre, un falegname artigiano lavora a contatto con il cliente e realizza soluzioni personalizzate in base alle diverse richieste, venendo incontro ad esigenze che la produzione industriale in serie non riesce a soddisfare.

Altri nomi per questa professione: Addetto Falegnameria, Artigiano Legno, Operaio Falegname, Operaio Legno

Ricerche di lavoro simili: Falegname Montatore, Falegname Navale

Scopri le nuove offerte di lavoro prima degli altri!
Inserisci la tua email ora e ricevi le ultime offerte di lavoro per: Falegname
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento

Compiti e Mansioni del Falegname

Compiti e mansioni del Falegname

Le principali mansioni di un falegname sono:

  • Progettare e realizzare manufatti in legno, in serie o su misura
  • Tagliare, modellare e piallare il legno secondo le specifiche di progetto
  • Controllare le diverse fasi della lavorazione del legno automatizzata
  • Effettuare lavorazioni manuali
  • Assemblare i diversi elementi in legno per realizzare il prodotto finale
  • Montare mobili e posare strutture lignee
  • Applicare rivestimenti e trattamenti specifici per il legno
  • Riparare manufatti in legno di vario genere

In aggiunta, ecco le mansioni tipiche della falegnameria artigianale:

  • Gestire i rapporti diretti con la clientela
  • Creare soluzioni su misura
  • Realizzare lavori e oggetti artistici in legno
  • Restaurare manufatti in legno

Come Diventare Falegname? Formazione e Requisiti

Come diventare Falegname

Per diventare falegname si possono frequentare scuole e istituti professionali che rilasciano diplomi specifici per l’industria del legno, del mobile e dell’arredamento.

Esistono anche corsi per falegname / operatore del legno organizzati da centri di formazione professionale accreditati: nei corsi si apprendono le tecnologie per la lavorazione del legno, taglio e assemblaggio, disegno tecnico, progettazione e montaggio del mobile, tecniche di verniciatura del legno. Solitamente sono previste lezioni nel laboratorio di falegnameria, per imparare a lavorare al banco da falegname e utilizzare i vari attrezzi, compresi i più tecnologici (ad esempio software CAM/CAD per programmare centri lavoro CNC per la lavorazione del legno).

Per il lavoro del falegname è fondamentale la conoscenza della materia prima, il legno. Quindi:

  • Le specie di legno o essenze legnose (quercia, abete, frassino, pioppo, castagno, noce, ciliegio, olivo, ebano etc.)
  • Le proprietà fisiche (resistenza, durezza, rigidezza, densità...) ed estetiche (colori, venature, nodi etc.)
  • I tempi di stagionatura ed essiccazione
  • I prodotti derivati (legno compensato, massello, lamellare, truciolato etc.)
  • Le tecniche di lavorazione e i trattamenti protettivi (vernici, lacche, cere, trattamenti idrorepellenti, antitarlo etc.)

La formazione però non basta per diventare un falegname esperto: i mestieri di tipo artigianale necessitano infatti di molta pratica per acquisire quella manualità, precisione e rapidità che consentono di realizzare prodotti di alta qualità. Per accumulare esperienza si può iniziare a lavorare come apprendista falegname in realtà artigiane o come falegname operaio junior per un’azienda del settore legno.

Competenze di un Falegname

Tra le competenze di un falegname ci sono:

  • Ottima manualità e precisione
  • Competenze tecniche di falegnameria
  • Conoscenza del disegno tecnico
  • Conoscenza degli attrezzi del mestiere (strumenti manuali e macchine automatiche)
  • Competenza nelle realizzazioni su misura
  • Conoscenza delle procedure di montaggio e posa
  • Capacità di organizzazione del lavoro
  • Creatività
  • Forza e resistenza fisica
  • Doti comunicative e relazionali

Sbocchi Lavorativi e Carriera del Falegname

Carriera del Falegname

Una formazione come falegname apre molte opportunità professionali, ad esempio nel settore del legno-arredo e della produzione di mobili: come disegnatore di arredamenti, come montatore mobili per aziende di arredamento (falegname montatore), oppure come artigiano specializzato nella creazione di mobili in legno massiccio, armadi, tavoli, sedie, cassettoni, letti e cucine su misura.

Ci sono anche offerte di lavoro per falegnami addetti alla posa parquet e pavimenti in legno (parquettista).

Un'altra prospettiva di carriera interessante è quella di diventare falegname navale e lavorare nei cantieri nautici per la realizzazione, montaggio e installazione di interni e arredamenti in legno per le imbarcazioni.

Un falegname può trovare impiego anche nel settore dell'edilizia, come carpentiere del legno o falegname edile addetto alla costruzione di strutture come ponteggi, casseforme, armature, tetti e soffitti di legno (carpenteria lignea).

Una carriera nella falegnameria può portare poi a ricoprire posizioni di responsabilità come capo squadra e responsabile di settore (capo reparto falegnameria o responsabile produzione falegnameria), senza dimenticare la possibilità di lavorare come artigiano autonomo e di aprire una bottega artigiana di falegnameria.

Ancora, la carriera del falegname può indirizzarsi verso la lavorazione artistica del legno: esempi di falegnameria artistica sono l'ebanisteria (intaglio e intarsio del legno), la liuteria (costruzione di strumenti musicali a corda), le attività di recupero e restauro di mobili antichi o sculture in legno.

Buoni Motivi per Lavorare Come Falegname

Quello del falegname è un mestiere per chi ama il legno, un materiale naturale resistente e molto versatile. Il lavoro del falegname non è più quello di una volta: gli strumenti e le attrezzature si sono evolute e permettono lavorazioni del legno sempre più precise, ad esempio usando moderne macchine CNC e macchine laser per taglio e incisione del legno.

Ci sono sbocchi professionali sia nell'industria del legno e dell'arredamento sia in piccole aziende artigiane, dove la creatività, l'abilità manuale e la maestria del falegname sono fondamentali per la realizzazione di prodotti di alta qualità.

La retribuzione di un falegname cresce con l'aumentare dell'esperienza e delle competenze: un impiego come dipendente dà la stabilità di uno stipendio fisso, ma si può anche scegliere l'indipendenza economica e decidere di mettersi in proprio, aprendo una propria attività artigiana di falegnameria.

Ricevi le offerte via email!
Ricevi notifiche via email con le ultime offerte di lavoro per: Falegname
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento