Chi è e Che Cosa Fa il Consulente del Lavoro

Descrizione del Lavoro di Consulente del Lavoro

Cosa fa il Consulente del Lavoro

Il consulente del lavoro è un esperto di diritto del lavoro che fornisce consulenza in materia di amministrazione del personale. Gestisce i rapporti tra aziende e organi istituzionali come sindacati, centri per l'impiego, istituti di previdenza, elabora le buste paga e i contributi secondo le normative vigenti, assolve agli obblighi previdenziali e assicurativi.

Quali sono le tipiche attività di un consulente del lavoro?

Il consulente del lavoro aiuta imprese, enti pubblici e organizzazioni nel regolare i rapporti giuridico-economici con i propri dipendenti (personale subordinato, autonomo e parasubordinato). Innanzitutto il consulente del lavoro fa l'inquadramento dell'azienda, iscrivendo dipendenti e dirigenti agli istituti previdenziali di riferimento (INPS, INAIL...). Cura poi gli aspetti giuridici, economici, fiscali e amministrativi relativi alla stipula di un contratto di lavoro e a tutte le sue evoluzioni e varianti: assunzioni e licenziamenti, demansionamenti, trasferimenti, contratti interinali e atipici.

Il consulente del lavoro assolve inoltre agli adempimenti previdenziali e assicurativi mensili e annuali a cui le imprese sono tenute, ad esempio la redazione della certificazione unica (CU, che ha sostituito il CUD). Si occupa quindi della denuncia di maternità, cassa integrazione, infortuni e malattie professionali presso gli enti di competenza.

Competenze del Consulente del Lavoro

Un'altra mansione molto importante del consulente del lavoro è l'elaborazione delle buste paga. I consulenti del lavoro infatti conoscono in modo approfondito i contratti collettivi nazionali di lavoro (CCNL) e le normative di riferimento a livello nazionale e locale e sono dunque in grado di elaborare i cedolini paga a norma di legge, calcolare i contributi e tutte le variabili contenute nelle buste paga, collaborando con l'ufficio contabile dell'azienda.

Non solo:

Grazie alla sua vasta conoscenza in materia giuslavoristica il consulente del lavoro è il professionista più indicato per fornire consulenza tecnica in qualità di esperto di leggi del lavoro. Ad esempio, può assistere il giudice (consulenza tecnica d’ufficio) o le parti (consulenza tecnica di parte) in sede di contenzioso giudiziale. Il consulente del lavoro offre la propria consulenza tecnica anche per risolvere controversie di lavoro e nel caso di vertenze extragiudiziali (come conciliazioni e arbitrati) con gli istituti previdenziali, assicurativi, ispettivi del lavoro o con il fisco.

Quali sono gli sbocchi occupazionali per un consulente del lavoro?

Il consulente del lavoro può operare come libero professionista indipendente oppure inserito all'interno di studi associati di consulenti, commercialisti, avvocati e revisori contabili. Ci sono poi opportunità di impiego anche come dipendente di aziende, società ed enti pubblici, inquadrato all'interno degli uffici amministrativi, contabili o di gestione del personale.

Scopri le nuove offerte di lavoro prima degli altri!
Inserisci la tua email ora e ricevi le ultime offerte di lavoro per: Consulente del Lavoro
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento

Compiti e Mansioni del Consulente del Lavoro

Compiti e mansioni del Consulente del Lavoro

Le principali responsabilità di un consulente del lavoro sono:

  • Inquadrare il personale dell'azienda, curandone l'iscrizione agli istituti di competenza
  • Curare la stipula di contratti di lavoro tipici e atipici
  • Adempiere agli obblighi previsti dalla legislazione previdenziale e assicurativa
  • Gestire la comunicazione agli enti competenti di malattie, infortuni, assunzioni, licenziamenti ecc.
  • Elaborare buste paga e contributi dei dipendenti
  • Fornire consulenza tecnica (d'ufficio e di parte) in sede di contenzioso
  • Fornire consulenza tecnica per la soluzione di controversie, ricorsi, conciliazioni, arbitrati in materia di lavoro

Come Diventare Consulente del Lavoro? Formazione e Requisiti

Come diventare Consulente del Lavoro

Per diventare consulente del lavoro serve un percorso formativo di tipo universitario, ad esempio una laurea in Economia e Commercio, Giurisprudenza, Scienze Politiche. Alcuni atenei offrono anche appositi corsi di laurea in Consulente del lavoro e delle relazioni sindacali.

Durante gli studi il futuro consulente del lavoro deve approfondire le proprie conoscenze in diritto pubblico e privato, diritto del lavoro e delle relazioni industriali, diritto sindacale e della previdenza sociale, diritto tributario, economia aziendale. Deve poi mantenersi costantemente aggiornato sulle novità in materia di legislazione del lavoro (normative regionali, nazionali ed europee in materia fiscale, previdenziale e pensionistica).

Inoltre, fa parte della formazione del consulente del lavoro imparare a usare software specifici per l'elaborazione delle buste paga e per l'espletamento delle proprie mansioni amministrative: per questo motivo sono richieste anche delle competenze informatiche di un certo livello.

In base alle normative vigenti in Italia, il consulente del lavoro deve svolgere un periodo di praticantato presso professionisti accreditati, dopo il quale si può accedere all'esame di Stato per conseguire l'abilitazione all'esercizio della professione. È poi necessario iscriversi all'albo dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro.

Competenze di un Consulente del Lavoro

Le competenze richieste ai candidati per la posizione di consulente del lavoro sono principalmente:

  • Conoscenza profonda e completa della legislazione sul lavoro
  • Conoscenza dei contratti collettivi nazionali di lavoro (CCNL) e dei sistemi retributivi
  • Competenze di ragioneria, fiscalità e contabilità
  • Conoscenza delle scadenze amministrative e degli adempimenti fiscali connessi ai rapporti di lavoro
  • Conoscenza del vocabolario tecnico proprio del diritto del lavoro
  • Competenze informatiche
  • Capacità gestionali
  • Serietà, precisione e accuratezza
  • Ottime capacità relazionali comunicative
  • Predisposizione all'aggiornamento costante

Sbocchi Lavorativi e Carriera del Consulente del Lavoro

Carriera del Consulente del Lavoro

La carriera di un consulente del lavoro inizia come praticante presso lo studio di un consulente abilitato oppure presso studi associati. Una volta superato l'esame di Stato, ci si può iscrivere all'Ordine dei Consulenti del Lavoro e iniziare ad esercitare l'attività in modo autonomo.

L'evoluzione di carriera di un consulente del lavoro può poi seguire diversi percorsi: c'è chi cerca la stabilità di una posizione interna ad un'azienda (ad esempio come esperto paghe), e chi invece preferisce avviare un'attività come libero professionista. In quest'ultimo caso, esistono buone possibilità di operare in modo indipendente, aprendo uno studio di consulenza del lavoro, così come lavorare presso uno studio professionale già avviato, associandosi con altri consulenti del lavoro, avvocati esperti in diritto del lavoro, ragionieri, dottori commercialisti e contabili.

Buoni Motivi per Lavorare Come Consulente del Lavoro

La professione del consulente del lavoro è indicata per le persone precise e organizzate, con conoscenze giuslavoristiche approfondite e che sanno destreggiarsi tra leggi, scadenze fiscali, contrattualistica e contenziosi. Un buon consulente del lavoro ha poi la capacità di mantenersi costantemente aggiornato sulle ultime novità in materia d'impiego e contratti di lavoro: un campo particolarmente complesso ed in continua evoluzione.

Lavorare come consulente del lavoro permette poi di svolgere mansioni molto delicate, ma fondamentali per assicurare che grandi aziende e PMI siano a norma di legge nell'adempimento di tutte le incombenze amministrative e del diritto del lavoro. Le opportunità di lavoro sono numerose e diffuse su tutto il territorio nazionale, con compensi crescenti con l'aumentare dell'esperienza.

Offerte di lavoro per Consulente del Lavoro a:

Ricevi le offerte via email!
Ricevi notifiche via email con le ultime offerte di lavoro per: Consulente del Lavoro
Potrai disattivare il servizio in qualunque momento