Il Lavoro del Tecnico Ambientale: Mansioni e Competenze

Descrizione del Lavoro di Tecnico Ambientale

Cosa fa il Tecnico Ambientale

Il tecnico ambientale è un esperto competente in tematiche ambientali. Si occupa della gestione delle questioni di carattere ambientale in aziende ed enti pubblici sia dal punto di vista tecnico che dal punto vista giuridico e amministrativo: ad esempio il trattamento delle acque reflue, la gestione dei rifiuti, il controllo delle emissioni in atmosfera.

Più nel dettaglio, cosa fa il tecnico ambientale?

A livello operativo, le mansioni del tecnico ambientale variano molto a seconda del contesto lavorativo, principalmente però si occupa di studiare l'impatto ambientale della società per cui lavora e controllare il sistema di gestione ambientale.

A questo scopo raccoglie dati e campioni (di terreno, acqua, aria), effettua sopralluoghi degli impianti, cantieri, siti produttivi, rilevazioni ambientali e analisi di laboratorio per verificare il rispetto della normativa vigente in materia di sicurezza e ambiente.

Ad esempio, in un impianto produttivo industriale il tecnico ambientale assicura che vengano messe in atto tutte le procedure previste dalla legge per il trattamento degli scarichi industriali e la depurazione delle acque reflue. Oppure, un tecnico ambientale può avere la responsabilità di verificare la non tossicità dei materiali utilizzati in un cantiere edile, o che in uno stabilimento vengano rispettate le norme sulla sicurezza sul lavoro e che gli operai indossino dispositivi di protezione individuale (DPI) adeguati.

Se le analisi rivelano la presenza di problemi o criticità, il tecnico ambientale propone soluzioni per risolverli ed elabora strategie per ridurre i danni, collaborando con le varie funzioni aziendali. Ad esempio, se un terreno è contaminato a causa della presenza di sostanze inquinanti può essere necessaria una bonifica per il recupero dell'area. Il tecnico ambientale controlla poi che gli interventi messi in atto siano efficaci e stila report dettagliati del lavoro svolto.

In altri casi invece il tecnico ambientale è chiamato ad offrire consulenza tecnico-legale in materia di ambiente, per permettere a un'azienda o a un ente di agire nel rispetto delle norme vigenti: ad esempio per quanto riguarda la gestione dei rifiuti speciali, la riduzione dell'inquinamento acustico o la sicurezza dell'ambiente di lavoro.

Inoltre, un tecnico ambientale può occuparsi di organizzare e monitorare progetti su sicurezza e ambiente e in generale fornire consulenza in materia di politiche per la sostenibilità ambientale (riduzione dell'inquinamento dell'aria, risparmio energetico ecc.).

Competenze del Tecnico Ambientale

Quali sono gli sbocchi lavorativi per un tecnico ambientale?

Le offerte per tecnici ambientali provengono tanti tipi di imprese diverse. Dall'industria alimentare al settore tessile, dall'industria chimica all'edilizia, poiché tutti gli stabilimenti produttivi e i cantieri devono rispettare le normative di sicurezza e tutela ambientale.

Ci sono poi opportunità di impiego anche nel settore dell'energia, sia da fonti tradizionali (raffinerie, centrali elettriche ecc.) che da fonti rinnovabili, ad esempio in aziende che progettano e installano impianti fotovoltaici, eolici, geotermici, da biomassa. Oppure, un tecnico ambientale può lavorare per imprese che gestiscono impianti di depurazione delle acque, inceneritori, discariche o società che operano nella raccolta dei rifiuti e nell'igiene urbana, sia pubbliche che private.

I tecnici ambientali possono anche lavorare come dipendenti di enti pubblici (nell'Ufficio Tecnico di un'amministrazione locale o regionale o in una agenzia per la protezione ambientale) oppure collaborare con laboratori di analisi e istituti di ricerca attivi in campo ambientale, ad esempio indagando se nel terreno, nell'acqua o in alcuni cibi siano presenti elementi nocivi per la salute pubblica.

Inoltre, il tecnico ambientale può esercitare come consulente libero professionista, in autonomia o in studi associati di consulenza ambientale - in team con altri professionisti come ingegneri, geometri, analisti ambientali, chimici e tecnici di laboratorio microbiologico.

Com'è il lavoro del tecnico ambientale?

Le condizioni lavorative cambiano molto a seconda del contesto e del contratto. In generale, la professione del tecnico ambientale prevede sia lavoro sul campo e trasferte, per effettuare i rilievi ambientali (a volte anche in condizioni di rischio per la salute, ad esempio se sono presenti sostanze tossiche o cancerogene come amianto o piombo), sia lavoro di laboratorio e lavoro di ufficio, per quanto riguarda l'analisi dei campioni e l'elaborazione dei dati, la verifica della normativa e il disbrigo di pratiche amministrative (autorizzazioni, permessi, comunicazioni con gli enti di vigilanza ecc.).

Anche l'orario di lavoro varia: può essere più regolare, per chi è assunto come dipendente di un'azienda o di un ente pubblico, oppure molto flessibile, per chi fa parte di uno studio di consulenza o è un libero professionista.

Inoltre, accanto alle attività già pianificate a volte capitano urgenze improvvise - ad esempio guasti e anomalie nel funzionamento degli impianti per il trattamento degli scarichi idrici industriali - situazioni di emergenza in cui il tecnico ambientale è chiamato a intervenire tempestivamente per limitare i danni il prima possibile.

Altri nomi per questa professione: Perito Ambientale

Ricerche di lavoro simili: Responsabile Tecnico Ambientale

Scopri le nuove offerte di lavoro prima degli altri!
Inserisci la tua email ora e ricevi le ultime offerte di lavoro per: Tecnico Ambientale
Servizio gratuito. Potrai disattivare il servizio in qualunque momento

Compiti e Mansioni del Tecnico Ambientale

Compiti e mansioni del Tecnico Ambientale

Le principali mansioni del tecnico ambientale sono:

  • Gestire le problematiche ambientali in aziende ed enti, dal punto di vista tecnico e giuridico-amministrativo
  • Effettuare sopralluoghi di impianti, cantieri, siti contaminati
  • Raccogliere campioni di suolo, acqua, aria e svolgere analisi di laboratorio
  • Analizzare e valutare sistemi di gestione ambientale
  • Verificare il rispetto della normativa di tutela ambientale
  • Preparare relazioni tecniche
  • Pianificare soluzioni ai problemi legati all'ambiente e alla sicurezza
  • Fornire consulenza tecnica in materia di ambiente
  • Partecipare alla soluzione di emergenze ambientali

Come Diventare Tecnico Ambientale? Formazione e Requisiti

Come diventare Tecnico Ambientale

Per diventare tecnico ambientale non esiste un unico percorso formativo. Si può iniziare con un diploma di tipo tecnico-scientifico e poi conseguire una laurea in materie scientifiche come Fisica, Chimica, Scienze Ambientali o Ingegneria Ambientale.

Esistono però anche corsi di formazione per tecnici ambientali erogati da enti pubblici e privati che permettono di ottenere qualifiche e certificati utili per entrare nel mondo del lavoro: ad esempio corsi in environmental management o in sustainability management.

Per lavorare come tecnico ambientale sono necessarie sia conoscenza scientifiche e tecniche (di chimica, fisica, impiantistica) ma anche un’ottima conoscenza della normativa in materia di ambiente e sicurezza sul lavoro a livello locale, nazionale e internazionale, dei regolamenti amministrativi e della documentazione tecnica.

Inoltre, è importante conoscere gli strumenti e i software specifici per la professione: per effettuare rilevamenti sul campo, fare misurazioni e analisi, elaborare i dati forniti dalle stazioni di rilevamento inquinanti.

Molto apprezzata è anche la conoscenza o l'esperienza nell'ambito delle certificazioni ISO (ad esempio ISO 14001, che identifica una serie di standard internazionali relativi alla gestione ambientale).

Competenze di un Tecnico Ambientale

Le principali competenze che un tecnico ambientale deve avere sono:

  • Competenza nell'analisi delle problematiche ambientali
  • Conoscenze scientifiche di chimica, fisica, biologia, impiantistica
  • Conoscenza delle diverse tipologie di inquinamento
  • Conoscenza delle normative ambientali e sulla sicurezza
  • Capacità di utilizzo dei principali applicativi IT
  • Precisione e accuratezza
  • Capacità analitiche e di problem solving
  • Capacità di lavorare in team
  • Adattabilità
  • Disponibilità alle trasferte

Spesso nelle offerte di lavoro viene richiesto ai candidati per il ruolo di tecnico ambientale il possesso della patente B, per effettuare in autonomia sopralluoghi e rilevamenti sul campo.

Sbocchi Lavorativi e Carriera del Tecnico Ambientale

Carriera del Tecnico Ambientale

La carriera di un tecnico ambientale solitamente inizia in posizioni junior o come assistente tecnico e permette poi diverse possibilità di sviluppo professionale.

Ci si può specializzare nel monitoraggio delle emissioni in atmosfera, nell'analisi delle acque, nell'analisi di terre e rocce da scavo, nel settore dell'inquinamento acustico, della sicurezza sul lavoro, oppure nella gestione rifiuti, come responsabile tecnico della gestione dei rifiuti.

Un tecnico ambientale può anche diventare esperto nel campo delle direttive internazionali per la riduzione delle emissioni di inquinanti nell'aria, nell'acqua e nel suolo e relative alla gestione dei rifiuti (come la direttiva europea IPPC - Integrated Pollution Prevention and Control) e in certificazioni ambientali, ad esempio la certificazione dei sistemi di gestione ambientale rispetto ai requisiti della norma ISO 14001.

Dopo alcuni anni di esperienza un tecnico ambientale senior può fare carriera diventando Environmental Manager, la figura di riferimento per tutte le questioni ambientali in azienda, oppure Project Manager per la sostenibilità ambientale e coordinare progetti per rendere l'impresa più "green" ed ecosostenibile.

Inoltre, si può lavorare come consulente tecnico ambientale e assistere le imprese per tutti gli aspetti legati a qualità, sicurezza, energia e ambiente.

Buoni Motivi per Lavorare Come Tecnico Ambientale

La professione di tecnico ambientale è adatta per chi ha un forte interesse per i temi dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile. Il lavoro è estremamente vario e permette di occuparsi di tematiche che vanno dalla riduzione dell'impatto ambientale al waste management, dal risparmio energetico alla sicurezza sul lavoro, dal controllo della qualità dell'aria alle opere di bonifica.

Inoltre, si tratta di una professione che nel prossimo futuro sarà fra le più richieste dal mercato, per la crescente importanza delle tematiche ambientali. Aziende, enti e organizzazioni hanno infatti bisogno di figure specializzate che le aiutino ad adottare soluzioni tecniche (impiantistiche, gestionali e di controllo) più sostenibili, nel rispetto delle normative su ambiente e sicurezza.

Offerte di lavoro per Tecnico Ambientale a:

Ricevi le offerte via email!
Ricevi notifiche via email con le ultime offerte di lavoro per: Tecnico Ambientale
Servizio gratuito. Potrai disattivare il servizio in qualunque momento